Disperso nella voragine sulla Pontina, trovato il telefono cellulare


Non si fermano le ricerche dell’uomo scomparso lo scorso 25 novembre in seguito al crollo della Pontina. Nella giornata di ieri, i volontari della protezione civile del gruppo di Terracina insieme ai componenti dell’Associazione nazionale polizia di Stato, gruppo di Terracina, sono tornati sulla voragine. Nel corso delle ricerche è stato ritrovato il telefono cellulare del disperso, a circa 300 metri dalla voragine. Segno, questo, che forse quanto si credeva fin dall’inizio, e cioè che il corpo possa essere stato sommerso e non si sia allontanato di molto dal punto del cedimento della strada, possa essere realtà. Le ricerche, comunque, continueranno.

Share this post