Divertimento e inciviltà sul lungomare, quello che resta della festa


Tanta gente, musica canti e balli per tutta la giornata per un primo maggio che anche quest’anno ha attirato a Terracina migliaia di persone. Ma come al solito c’è l’altra faccia della medaglia da considerare. E cioè il comportamento incivile di ragazzi, perlopiù adolescenti se non addirittura giovanissimi, che tra un bicchiere di troppo e un superalcolico si lasciano andare ad atti di vera e propria inciviltà. Bastava fare una passeggiata serale sui marciapiedi del lungomare Circe per rendersi conto di quanta maleducazione e poco rispetto ci fosse.

Bottiglie sparse ovunque, bicchieri abbandonati su panchine e muretti. Perché? Chi ha controllato che ciò non accadesse? Domande che rimbalzano sui social network senza trovare risposte. Soltanto critiche corredate da fotografie che dimostrano la scarsa sensibilità delle persone nel rispettare luoghi pubblici e arredo urbano. E allora ecco le panchine sul lungomare piene di bottiglie e bicchieri scolati fino all’ultimo sorso. Oppure gli arredi di piazzale Aldo Moro ricoperti da un tappeto di bicchieri di plastica, buste e bottiglie di birra. Scene già viste e che, c’è da giurarci, si rivedranno ancora.

Le immagini sono prese da social network, postate dagli utenti come denuncia

Share this post