Doppia operazione contro lo stalking, le indagini della polizia


Durante questo fine settimana il Commissariato di polizia di Terracina ha predisposto specifici controlli straordinari di controllo del territorio volti alla prevenzione dei reati in genere e al monitoraggio di pregiudicati stanziali e provenienti da altri luoghi. Nel corso dei servizi operati con la predisposizione di posti di controllo sia nel centro cittadino che in zone periferiche sono stati controllati oltre 200 individui e oltre 120 veicoli a seguito dei quali sono state elevate sanzioni al Codice della strada. Inoltre non sono mancati controlli ad esercizi commerciali con conseguenti contestazioni ad illeciti amministrativi per i quali sono state elevate sanzioni.

Sempre nell’ottica della prevenzione, in questo caso, dei reati di genere cosiddetto di “femminicidio” gli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina, hanno portato a termine due operazioni che in entrambi i casi vedevano vittime altrettante donne oggetto di atti persecutori. Nel primo caso – si legge in una nota della Questura di Latina –  si è provveduto alla denuncia di un uomo, a seguito della segnalazione della ex moglie che, a causa di ristrettezze economiche, si vede costretta a vivere in quella che fu l’abitazione coniugale. L’appartamento, sebbene sia stato diviso per consentirne l’uso ad entrambi, determina la vicinanza della donna con il proprio “aguzzino” che reiteratamente si è reso responsabile di gravi molestie a suo danno. L’uomo, infatti, approfittando della vicinanza con la sua ex e degli spazi in comune in cui si vedono costretti a vivere, con le sue continue minacce e prevaricazioni aveva portato la donna a trincerarsi in casa privandosi così di fatto anche di fare la spesa e provvedere alle più elementari esigenze. Grazie all’intervento del personale della polizia di Stato si è riusciti a ripristinare una situazione di normalità per la donna mentre l’uomo dovrà rispondere del reato di atti persecutori “stalking”.

La Squadra Anticrimine è inoltre intervenuta per un caso di “stalking” in cui la giovane vittima, dopo aver cessato una relazione sentimentale, veniva seguita dal suo ex in ogni luogo in cui questa si recasse. Lo “stalker” si faceva trovare di buon mattino sotto casa della ex fidanzata e da qui cominciava a pedinarla. La donna, che presta attività lavorativa “itinerante”, si è vista costretta a rinunciare a quei clienti che si trovavano nelle zone più periferiche ed isolate. Ciò a causa del fatto che il suo ex le aveva formulato minacce di morte se l’avesse vista con un altro uomo. Nei confronti dello “stalker” la Polizia di Terracina ha provveduto immediatamente al ritiro delle armi da caccia che questi deteneva legalmente e contestualmente è stato privato delle Autorizzazione ad acquistarne altre. Ad esito dell’attività investigativa, che ha consentito di ricostruire i “movimenti” e le condotte dell’ uomo, nei suoi confronti è stato emesso il Provvedimento di Ammonimento per “Stalking” dal Questore di Latina.

Share this post