Draga e ripascimento, l’interrogazione del Partito democratico


Il Partito Democratico – Circolo di Terracina chiede chiarimenti sull’acquisto di una draga per il ripascimento del litorale tramite una convenzione tra Comune e Regione Lazio. La richiesta arriva dal consigliere comunale Armando Cittarelli.  Comune di Terracina per acquisto di una draga ed il ripascimento del litorale costiero di Terracina

«PREMESSO CHE

Il porto di Terracina, ai sensi del R.D. n. 302/1905, è classificato di Categoria 2^ Classe 3^;

La Regione Lazio con L.R. n. 12/1997 art. 35 co. 1 lett. c) ha delegato ai Comuni in cui hanno sede porti di competenza regionale le funzioni di escavazione ordinaria per il mantenimento dei fondali dei bacini portuali, finanziate da fondi regionali

Con DGR n. 74 del 12/02/2019 è stata assegnata la somma di € 1.200.000,00 per il Comune di Terracina per opere di Completamento delle opere di difesa della spiaggia dal Sisto a Badino;

con Deliberazione della Giunta Comunale n. 161 del 02/08/2019 è stato approvato lo schema di protocollo d’intesa tra il Comune di Terracina e la Regione Lazio per l’acquisto di una draga necessaria alle operazioni di escavo finalizzate ad una più sicura navigabilità del bacino portuale e del canale di accesso allo stesso, e per l’utilizzo del materiale sabbioso dragato a ripascimento del proprio litorale costiero, che prevede un contributo regionale di Euro 500.000,00 stabilito dalla DGR n. 74 del 2019 ;

con Deliberazione della Giunta Comunale n. 33 del 27/02/2020 è stato approvato lo schema di convenzione per attuazione del Protocollo di intesa tra la Regione Lazio ed il Comune di Terracina per acquisto di una draga ed il ripascimento del litorale costiero di Terracina

PRESO ATTO

Che all’art. 6 punto 2 del protocollo d’intesa sono a carico della Regione Lazio le spese per le attività di progettazione pertinenti unicamente alla realizzazione della prima campagna di caratterizzazione del materiale sabbioso, carotaggi e analisi relative all’area oggetto di escavo e ai siti oggetto di ripascimento individuati di intesa tra le parti.

Che all’art. 7 del protocollo d’intesa è riportato il cronoprogramma delle opere ove tra gli impegni del Comune si prevedeva:

entro 6 mesi (dal 27/02/2020), il completamento della procedura di acquisto della draga avente le caratteristiche idonee ad eseguire l’escavo del porto di Terracina con la trasmissione dell’atto di approvazione dell’aggiudicazione definitiva e del contratto di appalto.
entro i successivi 2 mesi, il completamento del dragaggio del porto di Terracina al fine del mantenimento della sicurezza della navigazione e della pubblica e privata incolumità con la trasmissione dell’atto di approvazione dei lavori;
entro i successivi 30 mesi, il completamento delle attività relative al riutilizzo del materiale dragato e al ripascimento del litorale limitrofo, nel rispetto del cronoprogramma delle attività sopra descritte.

VISTA

La Determina dirigenziale n. 967 del 18/09/2020 che ha approvato lo schema di avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse per l’individuazione degli operatori economici da invitare alla procedura negoziata per la FORNITURA DI DRAGA ASPIRANTE PER ESCAVO DELLE AREE PRIORITARIE PER IL RIPRISTINO DEI FONDALI PREESISTENTI NEL PORTO DEL COMUNE DI TERRACINAil cui esito non risulta comunicato,

CHIEDE/INTERROGA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE al fine di conoscere

A che punto sia l’espletamento delle procedure tecnico-amministrative di approvazione e relativi provvedimenti finali per l’attuazione della convenzione in oggetto e del cronoprogramma indicato nelle premesse come previsto dall’art. 7 del protocollo;

Di conoscere se esiste un progetto ed i relativi impegni nelbilancio di previsione triennale per le spese relative all’art. 6 del protocollo ovvero le “successive campagne di caratterizzazione del materiale sabbioso, carotaggi e analisi relative all’area oggetto di escavo e ai siti oggetto di

Di conoscere se è intenzione di questa amministrazione avvalersipersonale comunale per l’utilizzo della draga per l’escavo del porto e se sono stati imputati i costi nel bilancio di previsione triennale per la formazione e oneri per la sicurezza degli stessi;

Di conoscere il progetto relativo all’impegno dei restanti fondi fino all’utilizzo della complessiva somma di 1.200.000,00 € di fondi del bilancio regionale previsti per Comune di Terracina per opere di salvaguardia e difesa della costa come da DRG 74 del 12.02.2019».

Share this post