Duino&Book, ottava edizione. Terracina ospite del festival


C’è grande attesa per la nuova edizione di Duino&Book che prenderà il via il 1° maggio: il Festival, giunto con crescente successo all’8^ edizione, si arricchisce anno dopo anno di eventi legati alla valorizzazione della cultura, della lingua e del paesaggio attraverso la visita di luoghi fantastici del Fvg che vengono descritti e assaporati attraverso forme innovative di lettura e raccontati da chi li vive a chi deve ancora scoprirli.  Quest’anno, la rassegna si svolgerà in tre fasi e avrà un respiro sempre più internazionale (anche grazie a videocollegamenti con capitali europee ed extraeuropee come Vienna, Lubiana e Teheran), ponendosi come obiettivo quello di promuovere la letteratura e il dibattito culturale e di offrire una qualificata vetrina su cultura, lingua e paesaggio del Fvg, contribuendo a valorizzarne le peculiarità e l’offerta enogastronomica attraverso la realizzazione di eventi culturali in collaborazione anche con cantine del Carso, operatori turistici e Proloco.

Saranno “Storie di Pietre, di Angeli e di Vini” quelle che troveranno spazio all’interno di un articolato programma – presentato ieri (lunedì 26 aprile 2021) al Double Tree by Hilton Trieste –, comprendente oltre 80 eventi e sviluppato in 8 mesi di attività coinvolgendo 50 soggetti tra editori, enti, associazioni, aziende e media. La Pietra (dalle cave alla vita dello scalpellino), il Vino (l’ambiente, il vino, la cantina e il viticoltore) e gli Angeli costituiranno gli elementi cardine del Festival e condurranno il pubblico a esplorare un’edizione che saprà coinvolgere davvero tutti a 360°.

Come suggerisce il titolo dell’annuale manifestazione, il libro e la lettura costituiranno come sempre il piatto forte del Festival: il calendario proporrà infatti ben quattro concorsi letterari, tra i quali spicca la I edizione del Premio Letterario Internazionale “Rainer Maria Rilke”.

Il programma di questa prima fase, che si svolgerà dall’ 1 al 18 maggio in forma ibrida (on line, in diretta on line e in presenza), snodandosi attraverso un importante e variegato calendario, prevede concerti, letture e musica, presentazioni di libri fotografici e volumi storici, videoconferenze, proiezioni di Docufilm, Tour e camminate virtuali, itinerari storici e religiosi, letture in italiano e sloveno e presentazioni in anteprima tra cui quella del Concorso letterario dedicato ai vini alla terra alle pietre di Prepotto (UD).

E, nel 700esimo anniversario dalla morte del Sommo poeta, nella seconda fase del progetto, “Storie di Angeli” – I Festival degli Angeli, in programma dall’1 al 17 luglio, non potrà mancare un omaggio a Dante, che la leggenda vuole fosse stato ispirato per il percorso dell’Inferno da una visita, in esilio a Castelvecchio di Duino, alla risorgiva. A chiudere la terza e ultima fase, “Storie di Vini” – Appuntamenti d’autunno, prevista dall’1settembre al 21 dicembre, saranno due intense giornate ospitate nel Pavillon di Portopiccolo.

Con grande entusiasmo – ha esordito il Presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Massimo Romita presentiamo oggi l’edizione 2021 del Duino&Book, Storie di Pietre, di Angeli e di Vini. Coincidenza vuole che lo facciamo proprio nel giorno in cui, finalmente, si riapre la possibilità di incontrarci e sviluppare delle iniziative in presenza. L’edizione 2020 era invece iniziata proprio nel giorno (a fine ottobre) in cui si cominciava a chiudere tutto e si bloccavano anche gli eventi pubblici.

Duino&book sarà gioia, armonia e condivisione di territori ed anime diverse, suddiviso in tre distinte fasi (Pietre, Angeli e Vini) che caratterizzeranno otto mesi di iniziative, coinvolgerà cinque nazioni europee (Italia, Austria, Slovenia, Croazia e Germania), nove regioni italiane(Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, EmiliaRomagna, Toscana, Umbria, Lazio, Piemonte e Liguria) e numerose città italiane ed estere, confermando l’internazionalità del progetto. Oltre 80 appuntamenti, che l’ottava edizione di Duino&Book intende promuovere a 360° sostenendo ricerca, divulgazione ed eventi destinati a un pubblico trasversale.

Il progetto è promosso dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito della Promozione delle attività culturali – iniziative progettuali 2021 per le manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica. Vede per le varie sezioni diversi e specifici contributi per la loro realizzazione.

Dieci i partner ufficiali del Progetto: Comune di Capriva del Friuli (Gorizia – Fvg ), Comune di Montereale Valcellina (Pordenone – Fvg), Comune di Prepotto (Udine – Fvg), Città di Buie/Grad Buje Buie (Croazia ), Comune di Terracina (Latina Lazio ), Istituzione Bologna Musei – Museo del Risorgimento di Bologna (Bologna – Emilia Romagna), Associazione Nazionale Città del Vino (Siena – Toscana), Università della Terza Età Aps (Trieste – Fvg), Associazione Genitori Rilke Aps (Duino Aurisina – Fvg), Gruppo Speleologico Flondar (Duino Aurisina Fvg) e Lions Club Duino Aurisina, ma saranno oltre 50 gli ulteriori soggetti (editori, enti, associazioni, aziende e media), che saranno coinvolti e protagonisti degli eventi diffusi negli otto mesi di svolgimento. Il progetto è inserito all’interno della rassegna “Algy il magnifico lettore” iniziative di promozione della lettura promosso dal Comune di Duino Aurisina Občina Devin Nabrežina e il Centro per il libro e la Lettura.

All’interno delle varie fasi del progetto saranno quattro i concorsi proposti: tra questi citiamo il Premio Internazionale Rainer Maria Rilke I edizione promosso congiuntamente con l’Associazione Poiein di Sondrio, che prevede la partecipazione al concorso di opere di poesie in tutte le lingue, comprese quelle delle minoranze etnolinguistiche e delle parlate locali, purché accompagnate da una traduzione in italiano, nonché promuove l’opera dei traduttori e la pubblicazione di opere di poesia in lingua tedesca inedite in Italia in modo particolare per ricordare la figura di Rainer Maria Rilke e le Elegie Duinesi. Il Premio che gode del patrocinio di numerose e prestigiose istituzioni consolari.

E’ intervenuto con un videomessaggio il sindaco di Terracina Roberta Tintari che ha rivolto un saluto a Massimo Romita, all’assessore della Regione Friuli Venezia Giulia Tiziana Gibelli, al sindaco di Duino Aurisina, Dniela Pallotta e a tutti i partecipanti alla conferenza stampa di presentazione di quella bellissima iniziativa – ha detto il primo cittadino – che è il Duino&Book.

Grazie di cuore al Gruppo Ermada Flavio Vidonis – ha dichiarato Roberta Tintariper aver invitato Terracina, è per noi motivo di orgoglio e sincero piacere in nome di una bella amicizia tra le nostre città, un fiore nato dalle pietre del Monte Ermada. Una parte importantissima di Terracina è infatti Borgo Ermada, uno dei borghi di fondazione nato 87 anni fa dalla bonifica delle Paludi Pontine. Per noi Borgo Ermada è un luogo quasi sacro, perchéè simbolo di lavoro duro, di persone tenaci e di vanto per l’eccelsa qualità dei prodotti agricoli. Proprio il 25 aprile sono stata presso il Monumento ai Caduti dove è ospitata anche una pietra del Monte Ermada, donata da Massimo Romita e simbolo dell’amicizia tra le nostre città che festeggerà proprio in questo 2021 i suoi primi 10 anni.  

Siamo una città di mare del Centrosud – ha proseguito il Sindaco di Terracina -, ma siamo molto orgogliosi essere concittadini e condividere il destino con migliaia di terracinesi che parlano il friulano e il veneto. Forse proprio da noi c’è il riassunto dell’Unità d’Italia: dal confine con il Regno Borbonico alla straordinaria fusione con il Nordest dove si completò, tra le pietre, l’Unità.

Terracina ha la fortuna di essere stata città romana, denominata “colonia anxurnas”, che ospita straordinarie testimonianze di età romana: su tutte il fantastico Teatro Romano che sta emergendo nel cuore del Centro Storico a pochissimi metri dalla sede del Comune, in pieno Foro Emiliano.

Appena saranno terminati i lavori vi inviteremo tutti a visitarlo” ha concluso Roberta Tintari, ringraziando per l’invito e congratulandosi con il Gruppo Ermada Flavio Vidonis e l’Amministrazione di Duino Aurisina per il livello raggiunto dal Duino&Book.        

Dopo il saluto delle istituzioni e dei partner, è stata illustrata la prima sezione del Duino&Book, STORIE DI PIETRE, che esplorerà i molteplici aspetti che riguardano la storia e limpiego nelle grandi opere architettoniche, ingegneristiche e decorative, che vedono come protagoniste le Cave e la Pietra di Aurisina. Attraverso gli appuntamenti in programma si darà voce ai maestri tagliatori e agli artigiani marmisti, che con la loro eccellenza hanno saputo dar lustro al nostro territorio nel mondo.

Il legame antropologico con la pietralo stesso che nella preistoria ha visto luomo raccontare di caccia, di orme di animali, di solitudine e di freddo attraverso pitture e graffiti resiste al tempo – ha affermato Romita – ed è forte e risonante di memoria. Qui, la pietra calcarea mantiene vivi i passi della Storia.

Numerosi i riferimenti letterari. Come questa pietra/è il mio pianto/che non si vede” recita la poesia di Giuseppe Ungaretti, dove la pietra diventa simbolo di dolore e sofferenza. Più prossima e dolce appare invece nei versi di Giorgio Depangher “(...) rincorre il vento la vita/instancabile/arando doline/prati e pietre bianche. /Un giorno mi sono fermato.” Un territorio, frutto di dialogo fra la terra e le culture, esce dal solo concetto geografico e diventa “costruzione vivente”. Norcia, Roma, Ravenna, Terracina e altri luoghi che offriranno il loro contributo durante questo percorso del Duino&Book, sono pietre che si incastrano e si saldano nelle loro comuni radici e nella bellezza che sempre sostiene i progetti condivisi.

Un ringraziamento doveroso – ha concluso Massimo Romita va ai partner che hanno creduto nel nostro lavoro e nelle nostre serietà e concretezza, a chi ci sta sostenendo, alle istituzioni, a chi ci consiglia e a chi sta lavorando con grande entusiasmo, mettendo energia e vitalità nella riuscita di questo ambizioso programma. Un programma che non è più solo carta, ma un viaggio di emozioni, grazie a Linda, a Matteo, a Christian e Francesco, a Roberto e Gianfranco, a Gianpietro e a Lidia, a Aureliano e Carmen, a Romana e a tutte quelle persone che ci danno la giusta carica.

Duino&Book è promosso dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis e si svolge grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulianell’ambito della Promozione delle attività culturaliiniziative progettuali 2021 per le manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica e si avvale di diversi e specifici contributi nelle varie sezioni per la loro realizzazione.

Share this post