E’ nato il Comitato dell’Istituto comprensivo Montessori


La scuola può migliorare anche grazie a una bella forma di aggregazione che favorisca la più ampia collaborazione tra Istituto e famiglie. Con questo e altri intenti si è costituito il comitato dell’Istituto comprensivo Montessori, che racchiude cinque plessi (Scuola Secondaria di primo grado Monti, Scuola Primaria Don Adriano Bragazzi, Scuola dell’Infanzia Delibera, Scuola Primaria Elisabetta Fiorini, Scuola dell’Infanzia Aldo Moro). L’intero comitato ha il “fine” di rappresentare le esigenze di 1200 famiglie e favorirne la comunicazione con la scuola e egli enti pubblici. Cosa farà nello specifico? Organizzare iniziative di informazione e formazione su temi relativi a scuola e famiglia e su problemi generali degli studenti. Inoltre analizzerà i problemi di natura logistica relativi alle strutture scolastiche, facendosi portavoce dei genitori che segnalano problemi particolari; è compito del comitato formulare proposte da sottoporre al consiglio d’Istituto o ad enti.

Il consiglio direttivo è composto da nove membri: il presidente Simone Caporossi, la vice presidente Maria Christina Messina, il segretario Roberta Di Palma; inoltre ci saranno i referenti del plesso Monti: Agnese Quattrociocchi e Emanuela Carinci, la referente della Bragazzi: Francesca Colabello, la referente della Delibera: Alessandra Caringi, la referente del plesso Fiorini: Maria Teresa Parisella, la referente del plesso Moro: Francesca De Santis.

E’ una novità assoluta, mai l’istituto comprensivo Montessori aveva avuto  al suo interno un’associazione con cui relazionarsi. L’idea è nata da alcuni genitori ed è stata fortemente caldeggiata dalla dirigente.

«Abbiamo subito riscontrato un grande entusiasmo da parte dei genitori – afferma il presidente Simone Caporossi –  Vorremmo che l’associazione continui con questo impeto nel tempo. I genitori sono propositivi e orgogliosi di contribuire a  migliorare l’ambiente della scuola in cui i propri figli crescono».

Come si arriverà a raggiungere gli obiettivi prefissati? L’assemblea del comitato, aperta a tutti i genitori, si riunirà una volta ogni due mesi. Il consiglio direttivo si riunirà per coordinare i lavori e le attività del comitato dei genitori, al quale spetta il compito più importante, ovvero quello di approvare le varie attività.

Come mai non avete creato un comitato per ogni plesso? «Per far sì che il problema di un singolo plesso venga affrontato e supportato da tutto l’Istituto riconoscendo comunque la figura del referente di plesso che raccoglie le esigenze portandole all’attenzione del comitato», spiega la vice presidente Maria Christina Messina.  Dove vi riunirete? «Ringraziamo l’enorme disponibilità della dirigente scolastica Barbara Marini che ci ha messo a disposizione i locali presso la sede centrale in via dei Volsci», precisa il segretario Roberta Di Palma.

Un comitato, nato con i migliori propositi, che da oggi è uno strumento in più nelle mani di ogni genitore che vorrà dare voce alle esigenze dei propri figli.

A breve ci sarà uno spazio permanente dedicato al comitato sul sito istituzionale www.icmontessoriterracina.gov.it

Share this post