Elezioni, tanti candidati: nuovi scenari in Consiglio comunale


Seggio elettorale

Assessori e consiglieri comunali, tutti in corsa per le elezioni. Sono tanti, soprattutto in maggioranza, e dopo il 4 marzo potrebbero ricevere la notizia di dover fare le valigie e andare altrove. Chi in Regione, chi alla Camera dei deputati. E chi resta in Consiglio comunale?

Dopo mesi in cui per tanto tempo si è parlato di una possibile candidatura del sindaco Nicola Procaccini, si scopre che a buttarsi nella mischia elettorale sono stati in tanti intorno a lui. L’assessore ai Lavori pubblici Luca Caringi, per esempio. Che con Fratelli d’Italia concorre per un posto alla Pisana. E poi Maurizia Barboni, consigliera con delega alla Sanità, pure lei col partito di Giorgia Meloni ma per la Camera dei deputati. E poi il presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione che, non senza mugugni in maggioranza, si è messo con Sergio Pirozzi e la sua lista civica. Per lui sarà un tentativo di ritorno in Regione. Infine, in opposizione, Francesco Zicchieri. Da coordinatore regionale del Lazio per Noi con Salvini non c’erano dubbi su una sua candidatura. Aspira a un posto alla Camera dei deputati.

La questione è un’altra. Un’ipotesi, chiaramente, ma in politica ci si può lanciare in congetture. Ma se tutti i candidati terracinesi venissero eletti? Il Consiglio comunale cambierebbe pelle. Perderebbe pezzi importanti. Con un posto a Montecitorio Zicchieri e Barboni lascerebbero il Consiglio immediatamente. Più sottile la questione per gli eletti in Regione. Per motivi di opportunità si potrebbe decidere per un passo indietro in Consiglio.

A quel punto la maggioranza del sindaco Procaccini dovrebbe nominare un nuovo delegato, oppure il primo cittadino potrebbe prendere per sé le deleghe di Caringi. Quanto ai consiglieri, verrebbero surrogati dai primi non eletti. Bisognerebbe andare a riprendere, quindi, le liste delle elezioni municipali di due anni fa. Sono tutte ipotesi, si diceva. Bisognerà attendere il 4 marzo.

Share this post