Emergenza Coronavirus, la lettera di tutti i sindaci pontini


Tutti i sindaci della provincia di Latina hanno inviato una lettera ai cittadini sull’emergenza Coronavirus.

«Cari cittadini,

stiamo vivendo una emergenza nazionale delicata e complessa allo stesso tempo, la sfida è contenere il diffondersi del Coronavirus COVID-19 che pone le nostre comunità di fronte a una sfida inedita. Stiamo facendo di tutto per fronteggiare questa situazione con accortezza e senso di responsabilità. Mai come in questo caso è importante che la parola responsabilità venga vissuta collettivamente.

Il Governo ha varato le misure per contenere il contagio con un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per renderle ancora più efficaci è necessario e opportuno che ognuno di noi assuma, nella propria quotidianità, comportamenti che siano assolutamente rispettosi delle raccomandazioni contenute.

Invitiamo innanzitutto chi fa rientro nel nostro territorio, proveniente dalle zone rosse e comunque dalle zone più esposte al contagio, a contattare il proprio medico curante o la Asl ai numeri 800 118 800 e/o 1500.

È necessario evitare assembramenti, luoghi affollati o contatti eccessivamente ravvicinati.

Raccomandiamo in particolar modo agli anziani e ai soggetti deboli a limitare le uscite di casa se non per estrema necessità. Invitiamo tutti coloro che svolgono e si occupano anche di attività sportive e di ristorazione a garantire il rispetto assoluto delle norme sulle distanze individuali. Ricordando che la distanza minima deve essere necessariamente di un metro.

È importante comunque non farsi sopraffare da eccessivi allarmismi. Con le dovute accortezze e sempre nel rispetto dei comportamenti indicati, è possibile continuare a svolgere la propria vita sociale, in particolar modo all’aperto.

I Comuni della Provincia di Latina stanno unendo le forze, in continuo contatto con la Prefettura, la Direzione Generale della ASL e la Protezione Civile, e già da tempo si sono organizzati per garantire al loro interno condizioni igieniche e prevenzione a beneficio di tutti i cittadini.

Siamo chiamati tutti a una prova di maturità e siamo certi che le nostre comunità sapranno affrontare al meglio questa situazione facendo prevalere in ogni luogo e in ogni momento il senso di responsabilità e il rispetto delle norme.

Un comportamento corretto, responsabile e accorto è in questo momento un fattore necessario a tutela di un bene primario: la salute di tutti».

Share this post