Esecuzioni forzate e pignoramenti, messi al sicuro 15 milioni di euro


Più di 15 milioni di euro al sicuro da azioni giudiziarie e pignoramenti. Il Comune di Terracina si mette al riparo da eventuali offensive. Si tratta di una prassi prevista dalla legge a favore degli enti locali a salvaguardia di somme specifiche: retribuzioni dei dipendenti, rate di mutui e servizi indispensabili. Come di consueto, nei giorni scorsi gli uffici hanno elaborato tutti i documenti da trasmettere alla giunta. Che, nell’ultima riunione, ha deliberato sulle somme da sottrarre a esecuzione forzata per il secondo semestre del 2018. Come detto, l’ammontare raggiunge quota 15 milioni. Di questi, 4 milioni e mezzo sono destinati a retribuzioni e oneri previdenziali e assistenziali dei dipendenti. Altri 4 milioni vanno invece all’ammortamento dei mutui e, infine, il capitolo più pesante è quello dei servizi indispensabili pari a 6 milioni e mezzo. 

Share this post