Fare rete con cultura e archeologia, il Comune si candida


museo capponi

Il Museo civico Capponi aderisce alla stakeholder board del Lazio. Lo ha stabilito con propria delibera la giunta comunale che ha dato l’ok al progetto di Regione Lazio, Ministero dell’Istruzione col supporto del Ministero dello Sviluppo economico e del turismo. Il progetto rientra nell’ambito delle attività promosse dal DTC, il distretto tecnologico per le nuove tecnologie applicate ai beni e alle attività culturali. Si tratta di una rete di rapporti e collaborazioni tecnico/scientifiche tra ricerca pubblica, privata e sistema di imprese a miglioramento dell’efficacia complessiva dell’uso delle risorse. Il museo cittadino, integrato al nuovo museo della città e dagli spazi espositivi all’interno delle sostruzioni del Tempio maggiore – scrive la giunta – può rappresentare un punto di riferimento nell’area sud pontina e del Lazio meridionale per quanto riguarda attività di studio, approfondimento, consulenza, ricerca, organizzazione di seminari, incontri, produzione di materiale informativo. Per queste potenzialità, si è ritenuto opportuno aderire all’iniziativa del distretto tecnico per attivare processi virtuosi di valorizzazione e fruizione innovativa e sostenibile.

Share this post