FATTURA ELETTRONICA OBBLIGATORIA


Dal primo gennaio 2019 la fattura elettronica sarà obbligatoria per tutti i possessori di partita iva ad eccezione dei regimi forfettari.

In pratica la fattura elettronica consiste in una normale fattura elaborata tramite software informatici. Il file di estensione .xml dovrà poi essere invio al SDI, sistema di interscambio della Agenzia delle Entrate, la quale provvederà a rendere disponibile la fattura al soggetto passivo.

Per emettere una fattura elettronica il contribuente avrà tre possibilità:

· Utilizzare gratuitamente il software messo a disposizione dall’agenzia delle entrate

· Acquistare egli stesso un software per l’emissione

· Rivolgersi a professionisti terzi per il servizio in delega.

Gli elementi obbligatori della fattura elettronica saranno gli stessi già previsti finora in quella cartacea (dati anagrafici del soggetto fornitore; dati anagrafici del soggetto cliente; descrizione dell’operazione; importi dettagliati fra imponibile, iva e totale); elemento nuovo obbligatorio consiste nel codice identificativo del destinatario, che può anche coincidere con la pec.

La fattura elettronica interessa tutti non solo i titolari di partita iva: infatti essendo tutti obbligati all’emissione elettronica (eccezion fatta per contribuenti minimi e, stando alle ultime disposizione del Garante della Privacy, per il settore medico e sanitario), per ricevere le fatture di acquisto il semplice cittadino dovrà o fornirsi anch’egli di una pec o richiedere lo SPID per l’accesso digitale alla Pubblica Amministrazione così da poter entrare nel sito dell’Agenzia delle Entrate e scaricarsi la fattura elettronica.

Per consulenza in merito contattarmi al numero 339.6853108 o all’indirizzo mail silviano.altobelli@gmail.com.

Dott. Silviano Altobelli

Consulente fiscale e aziendale

Share this post