Ferragosto da incivili, il risveglio è choc: spiagge libere invase


E anche quest’anno il Ferragosto, sebbene in parte frenato dal maltempo, è stato divertimento in spiaggia con feste, balli e spettacoli pirotecnici. Ma anche quest’anno il Ferragosto è stato inciviltà, maleducazione, lottizzazione di interi tratti di spiaggia libera ricoperti di tende, gazebo, tavoli e sedie. Fosse solo questo, forse, non ci sarebbe troppo da scandalizzarsi. Lo scempio, quello che veramente lascia senza parole, è la mattina seguente quando in spiaggia resta di tutto. Sono i resti di festini organizzati in spiaggia perlopiù da adolescenti. Sporcizia, spazzatura, residui di falò, tende abbandonate, cartoni di pizza, bottiglie. Uno schifo. Le immagini, immortalate dagli smartphone e presto caricati sul web, dalle prime ore del mattino hanno fatto il giro dei social network scatenando reazioni e commenti di sdegno. Dalla spiaggetta di Levante al litorale di ponente, stessa storia. C’era un’ordinanza del sindaco, per esempio quelle contro i falò come si è soliti fare in previsione del Ferragosto? (Il sindaco di Fondi Salvatore De Meo, tanto per non andare troppo lontani, ne ha pubblicata una il 13 agosto). Che tipo di controlli sono stati eseguiti? Questi alcuni dei quesiti che ci si pone in queste ore. Mentre gli operatori ecologici, fin dalle prime luci dell’alba, hanno avuto parecchio da fare per ripulire l’immondezzaio lasciato a due passi dal mare.

Share this post