Frosinone-Mare, slitta ancora la riapertura. Nuovo avviso: fine dei lavori prevista a maggio


Slitta di nuovo la riapertura della strada statale 699 Fossanova, meglio conosciuta come Frosinone-Mare, nel tratto compreso tra lo svincolo del Frasso e l’Appia, nel territorio di Terracina. A quanto pare, non si è riusciti a concludere i lavori di consolidamento del viadotto Anxur. Un nuovo termine per la riapertura è stato fissato al 25 maggio prossimo. In altre parole, c’è da attendere almeno altri due mesi. Sempre che tutto vada secondo i piani previsti da Anas, che fino a oggi non è stata in grado di mantenere i patti. La comunicazione è arrivata sul sito di Cciss, viaggiare informati. Ed è datata 30 marzo.

I cantieri, compresi nel tratto iniziale della strada all’imbocco sull’Appia fino al quinto chilometro, sono stati aperti a dicembre. Dovevano durare poche settimane e invece, un rinvio dietro l’altro, si è giunti in primavera. E adesso il nuovo termine è per la fine di maggio. Il blocco del traffico sta provocando danni enormi. L’intero flusso veicolare viene deviato all’altezza del Frasso nelle strade interne, con i mezzi pesanti che si riversano sulle Migliare prima di sbucare nuovamente sull’Appia. Incroci pericolosi, strade piene di voragini e buie, traffico rallentato: da mesi automobilisti, residenti e pendolari sopportano in silenzio.

Con l’avvicinarsi dell’estate, e con le migliaia di persone che si riverseranno sul litorale dalla Ciociaria, c’è da attendersi disagi enormi.

Share this post