Fuori la Servizi Industriali, dentro la De Vizia


La raccolta dei rifiuti a Terracina cambia società. E’ notizia delle ultime ore infatti che il Consiglio di Stato ha emesso la sua sentenza. D’ora in poi a gestire questo servizio sarà la  De Vizia. Niente da fare quindi per la Servizi Industriali che si è vista respingere tutte le argomentazioni così come successo al Comune di Terracina. Respinta anche la richiesta avanzata dalla De Vizia che aveva chiesto un risarcimento superiore ai 150mila euro fissati dal Tar.
In pratica il Consiglio di Stato ha confermato la decisione del Tar di qualche mese fa.  Va ricordato che il Consiglio di Stato l’estate scorsa aveva accolto il ricorso presentato dal Comune di Terracina, riaffidando così la gestione del servizio di igiene urbana alla Servizi Industriali. Tutto questo ovviamente in attesa del giudizio definitivo che è arrivato nella tarda serata di ieri.
In sintesi la sentenza dice che il contratto d’avvalimento che consente ad una società che partecipa ad un appalto di avvalersi dei requisiti di un altro operatore economico non à valido. Nel caso specifico il contratto tra Servizi Industriali e la Te.am., la società di Teramo cui la ditta di Latina si era rivolta per questo avvalimento, e quindi la dichiarazione di impegno di quest’ultima nei confronti del Comune di Terracina, non rispondano ai requisiti minimi di specificità e determinatezza. Adesso quindi tocca alla De Vizia che aveva chiesto l’annullamento del precedente contratto. Ovviamente la sentenza del Consiglio di Stato è immediatamente esecutiva; bisognerà capire quali saranno i tempi tecnici che consentiranno alla stessa De Vizia di prendere ufficialmente in gestione il servizio. Intanto per domani mattina alle 11.00 è stata convocata in Comune a Terracina una conferenza stampa.

Share this post