Gabriele Subiaco candidato sindaco per Europa Verde


Nell’anniversario dei 25 anni dalla morte del compianto Alexander Langer, fondatore dei Verdi italiani e primo co-presidente del gruppo dei Verdi europei a Strasburgo, il Comitato Europa Verde Terracina, nato il 5 febbraio scorso, intitolato ad “Alex Langer” in onore del grande pensatore ecologista, presenta il proprio candidato sindaco per le prossime amministrative 2020. E’ Gabriele Subiaco, professore, ingegnere elettronico, dirigente d’azienda, imprenditore e attivista civico, co-fondatore e responsabile scientifico del Circolo Legambiente Terracina ”Pisco Montano” e co-portavoce di Europa Verde Terracina.

“Gabriele, che conosco da anni, è il candidato ideale, per la sua sensibilità, esperienza e professionalità, la sua passione e competenza nel settore della economia verde e blu, per la sua preparazione come professore, per la sua capacità tecnica e manageriale come dirigente e poi imprenditore nel settore privato e dei servizi tecnologici della Pubblica Amministrazione, per la grande conoscenza delle istanze di Terracina e delle soluzioni concrete e operative di cui la Città ha bisogno, maturata anche con una lunga e intensa militanza in Legambiente e per la notevole caratura etica e morale. Caratteristiche che unite alla sua esperienza internazionale faciliteranno molto l’integrazione con il folto gruppo degli GREENS/EFA GROUP – European Greens al Parlamento europeo – la quinta forza europea con 68 eurodeputati – e che renderà sicuramente possibile far arrivare anche a Terracina molti dei finanziamenti europei previsti per il Green New Deal e il Recovery Plan/NextGenerationEU. Vanta un’ottima conoscenza delle lingue ed un passato prima da ricercatore, funzionario, dirigente nel settore dei servizi tecnologici e delle telecomunicazioni, e poi fondatore di una sua azienda di consulenza. Attività professionali che ha portato avanti negli anni dedicandosi contemporaneamente alla sua passione di ambientalista, animalista ed ecologista, prima a Roma e poi a Terracina, sua Città di nascita, fino a fondare nel 2016 il Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” e nel 2020 il Comitato Europa Verde Terracina “Alex Langer”. Il suo lato umano è veramente unico: in grado di interloquire con umiltà e semplicità con tutti, con grande capacità di ascolto e innovatività di proposta su diversi temi, con al centro della sua azione la sfida costante di essere sempre aggiornato e di stare al passo con i tempi per creare progetti, lavoro, istruzione e impresa “buona”, “pulita” e “giusta” soprattutto per i giovani” dichiara Nando Bonessio, co-portavoce di Europa Verde Lazio.

 

“Sono onorato di accettare una sfida così importante di cui sento tutto il peso della responsabilità e delle aspettative del mio Partito italiano e europeo e della cittadinanza terracinese, soprattutto in questa fase epocale di transizione ecologica in cui è necessario un cambiamento nello stile e nelle priorità di vita, anche se sono confortato dai grandi successi che i Verdi stanno ottenendo in tutta Europa, come dimostra, da ultimo, il caso eclatante della Francia, dove i sindaci ecologisti hanno stravinto in molte importanti citta’ francesi, e dal fatto di aver costituito una lista di candidate e candidati (insegnanti, medici, artigiani, pescatori, liberi professionisti, esperti di turismo sostenibile e di energie rinnovabili) preparati, credibili, onesti e puliti, e come me, senza precedenti trascorsi politici, tutti accomunati da uno spirito volontaristico di dedizione al bene comune e che sono stati già protagonisti in questi anni di tante iniziative e battaglie per una Terracina e una Provincia migliore. Non una delle tante liste civiche ma un vero e proprio partito europeo, con le sue regole stringenti, le sue funzioni di controllo e di tutela ed i suoi codici di selezione e comportamento del personale politico, e questo a maggiore garanzia dell’elettore.  Voglio ringraziare tutti i componenti del Comitato EV Terracina “Alex Langer” e gli Amici di Europa Verde Terracina per l’entusiasmo con cui si sono adoperati per questo progetto politico etico ecologista condiviso, a partire dalla co-fondatrice e co-portavoce di Europa Verde Terracina Catia Mosa, figura di spicco nel panorama educativo e culturale terracinese, ecologista e attivista ambientale, che mi ha sempre sostenuto e che mi affiancherà nella campagna elettorale. Ringrazio anche i miei genitori che mi hanno trasmesso l’amore per la nostra Città e soprattutto mi hanno permesso – con tanti sacrifici -, da figlio del popolo terracinese, nato e cresciuto nel quartiere antico di San Domenico e poi a Via Badino, di studiare e di specializzarmi, confrontarmi e fare carriera a livello internazionale solo per meriti, senza raccomandazioni o favoritismi e di poter seguire liberamente le mie passioni civili. E ringrazio mia moglie, per aver condiviso con me una vita semplice e onesta fatta di studio, lavoro, volontariato e grande passione civile, sociale ed ecologista.

La mia azione è, e sarà – e lo dico senza presunzione ma con convinzione – radicalmente diversa rispetto a quella che caratterizza da anni la politica locale, ormai tristemente svilita da superficialità, tatticismi, finti ideologismi, opportunismi e da comportamenti inqualificabili che non meritano neanche di essere commentati, e metterà al centro, uscendo dagli schemi precostituiti, le questioni prioritarie della città, restituendo ai terracinesi la dignità di sentirsi nuovamente cittadini, realizzando una visione nuova di Città, democratica e rispettosa di tutte le identità, trasformandola velocemente in una città ecologica, verde, moderna e resiliente, equa e solidale, aperta alle innovazioni, ricca di prospettive per i giovani, dotata di tutte le moderne infrastrutture e servizi, che metta al centro la qualità della vita e il benessere dei suoi cittadini (giovani, famiglie, anziani, disabili) e dei turisti perché diventi una meta ideale per viverci e per venirci in vacanza. Non progetti velleitari, improvvisati e disarticolati fatti solo per favorire la carriera politica di qualcuno o gli interessi di qualche privato, o peggio di qualche consorteria, ma studio e analisi dei problemi e individuazione di soluzioni utili alla collettività, con tempi e costi certi, senza tatticismi ed equilibrismi e senza vecchi e retorici ideologismi e soprattutto nel quadro della legalità, della lotta alla corruzione, del rispetto delle regole per tutti e della trasparenza amministrativa.

Mi impegnerò su un programma realistico che verte su punti concreti, alcuni dei quali abbiamo cominciato ad affrontare, da febbraio scorso, con già ben 14 comunicati stampa dalla nostra nascita come EV Terracina e sui quali abbiamo individuato sempre risorse economiche disponibili:

  • le opportunità del GREEN NEW DEAL e del RECOVERY PLAN/NEXTGENERATIONEU e la progettazione finanziata per l’accesso ai fondi;
  • lo sviluppo sostenibile (imprese, lavoro) soprattutto nei settori del Turismo (Green Tourism), della Mobilita’ (Green Mobility), dell’Agricoltura (Green Economy) e della Pesca (Blu Economy);
  • la transizione energetica e la de-carbonizzazione dell’ economia cittadina con una forte spinta all’Innovazione Tecnologica, alle Energie Rinnovabili, all’Economia Circolare, alla Riqualificazione Energetica degli edifici e alla Bioedilizia;
  • la messa in sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, utili e non dannose per l’ambiente, di trasporto, idriche, tecnologiche, digitali e la smart city con un focus attento al superamento del divario digitale e ai rischi per la salute;
  • i servizi di qualità: la gestione della emergenza sanitaria COVID19 e il rafforzamento del nostro presidio ospedaliero territoriale, la scuola, i servizi sociali, lo sport, la gestione virtuosa dei rifiuti, la nuova mobilità, la tutela degli animali;
  • la valorizzazione dell’incredibile patrimonio archeologico, artistico, culturale e ambientale della città e la sinergia con lo sviluppo turistico;
  • la riqualificazione urbanistica, la rigenerazione urbana del territorio e la lotta contro il consumo di suolo;
  • la lotta ai cambiamenti climatici, l’emergenza climatica e il dissesto idrogeologico del territorio impegnandosi a dedicare risorse di bilancio alle priorita’ climatiche;
  • la lotta all’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo da polveri sottili, pesticidi, amianto e microplastiche contro i rischi per la salute, la Biodiversità e per un cibo sano e giusto;
  • la salvaguardia, la tutela e la valorizzazione delle aree verdi e delle spiagge;
  • la semplificazione amministrativa, l’innovazione del quadro regolamentare e gli appalti green;
  • il contrasto alle mafie, ai traffici illeciti, allo sfruttamento lavorativo, a ogni tipo di corruzione, alle disuguaglianze economiche, sociali, etniche e di genere.

 

Sono convinto che, oggi, nel mezzo della peggiore congiuntura socio-economica degli ultimi settant’anni, con il Pil che crolla e la disoccupazione che galoppa, l’ambiente e l’ecologia sono prospettive che rispondono concretamente ai bisogni sociali delle persone e delle comunità e le ricette per combattere l’inquinamento o scongiurare il collasso climatico sono le migliori anche per creare lavoro e per rafforzare l’economia. Insomma, la via per arrivare alla fine del mese sembra oramai essere davvero la stessa che serve per scongiurare la fine del mondo.

Inoltre ribadisco la nostra volontà di restare aperti al confronto con tutti coloro che si riconoscono nei valori dell’ecologia mettendo la mia candidatura a Sindaco a disposizione anche di tutti gli schieramenti politici e i movimenti civici che vogliono davvero mettere l’ambiente, lo sviluppo verde e la qualità della vita al centro della propria azione. Mi auguro solo che la mia Città, nonostante i molti anni di intossicazione prodotta da una cattiva politica e da un sistema familistico-clientelare che sembra permeare ogni scelta, anche quella elettorale, sia ancora in grado di riconoscere ed apprezzare il valore vero, la generosità disinteressata, l’impegno ed il merito e mi affido ad Alex Langer affinchè protegga la nostra iniziativa e continui a darmi la forza per portare avanti quello che Lui ci ha insegnato e che ha scritto prima di morire: nonostante tutto, «continuare in ciò che e’ giusto». dichiara Gabriele Subiaco, co-portavoce e candidato Sindaco alle Amministrative del Comune di Terracina 2020 per Europa Verde.

Share this post