GFNY Limar -> Terracina … Team Bike !


GFNY - pre-start

GFNY – pre-start

Una gran fondo ciclistica davvero spettacolare e ben organizzata per e sul nostro eccellente territorio che si presta a tali manifestazioni sportive per

Roberto Mattei tenta la fuga allungando il gruppo

Roberto Mattei tenta la fuga allungando il gruppo

molti aspetti: climatico, paesaggistico e di percorso, molto duro ma davvero affascinante. 130 km per il lungo su cui si sono dati battaglia i più forti ciclisti locali e non. Il Team Bike Terracina piazza un colpo incredibile con i suoi atleti raggiungendo la 3°-4°-5°-6°-18°-20° posizione nel ranking finale di categoria. Ma andiamo con ordine, cercando di descrivere alcune situazioni della gara, grazie alla nostra presenza sulla moto di assistenza guidata magistralmente da Marcello Cervini, presidente del Team Bike Terracina, appassionato ciclista da oltre 45 anni molti dei quali trascorsi da agonista, dilettante e cicloamatore (plurivincitore).

Lo start effettivo viene dato sulla via Flacca ed i circa 500 ciclisti sono intruppati appropriandosi delle carreggiate della statale; le velocità sono elevate e superano i 50 kmh. Dal gruppo viene fuori Roberto Mattei, un grande ciclista terracinese, eccellente pistard e velocista, campione del mondo interforze negli anni gloriosi, ma ancora oggi un temibile avversario per chiunque nelle gare per cicloamatori. Nonostante non sia la sua gara, viste le sue caratteristiche fisiche, non ha paura di affrontare le fatiche di una GF che presenta un tale dislivello e si mette subito in evidenza aumentando il ritmo gara.

Lo strappo di Sperlonga che porta ai piedi della Panoramica

Lo strappo di Sperlonga che porta ai piedi della Panoramica

Al primo vero strappo che porta ai piedi della Panoramica di Sperlonga, il gruppo inizia ad allungarsi. I più forti sono in testa nel tentativo di iniziare la salita senza rallentamenti.

Gli atleti terracinesi tengono bene. Luca Madaluni del Team Bike Terracina e Salvatore Pagliaroli del ASD CicliRebike Fondi rimangono a ridosso dei primi per tutta la panoramica di Sperlonga, salita ad alta velocità, intorno ai 30 kmh ! E’ un vero peccato che Salvatore abbia avuto un problema meccanico a ridosso della salita della Madonna della Civita che lo ha costretto al ritiro. Siamo certi che, seppur correndo con colori diversi, conoscendosi per essersi allenati insieme, questi due formidabili atleti di endurance avrebbero potuto aiutarsi e collaborare proficuamente.

Luca Madaluni e Salvatore Pagliaroli sulla panoramica di Sperlonga

Luca Madaluni e Salvatore Pagliaroli sulla panoramica di Sperlonga

La salita della Civita è stata determinante decretando il gruppo dei sette che è riuscito a mantenere il vantaggio fino al traguardo di Terracina; i quattro inseguitori che hanno dovuto cedere per l’alto ritmo imposto dai primi, comunque, non hanno demeritato mantenendo un ottimo passo, tanto da riuscire a vedere gli uomini della fuga con un vantaggio di 1′ e 30″ (i quali hanno prontamente rilanciato l’andatura) sulla salita di Vallecorsa.

Luca Madaluni al termine della GFNY

Avendo seguito con la moto i quattro inseguitori per il supporto e l’assistenza a Luca Madaluni del Team Bike Terracina siamo in grado di dare soltanto notizie di questi inseguitori. Due uomini della stessa squadra ASD Ora et Labora, Corelli e Iorio si sono accollati l’onere di tirare per buona parte del percorso. Anche Madaluni ha dato il suo contributo cercando, tuttavia, di risparmiare le forze per il finale essendo senza compagni, come la prassi tattica del ciclismo insegna. L’altro atleta, Mauro Graziani, probabilmente non troppo in forma, ha preferito rimanere al coperto anche se, in vista del traguardo, ha tentato la zampata finale della volata sugli altri tre. Nulla da recriminare, secondo noi, il ciclismo agonistico è fatto anche di tatticismi ed astuzie. La volata ha decretato l’incredibile 3° posto di categoria e 8° assoluto dell’esordiente Luca Madaluni, alla sua prima gara di ciclismo.

Il Team Bike Terracina si mette in evidenza anche nella categoria M5 con Orlando Bisozi, straordinario nel

Il Presidente del TBT Marcello Cervini con Sergio Diana e Orlando Bisozi

Il Presidente del TBT Marcello Cervini con Sergio Diana e Orlando Bisozi

diminuire di oltre 10 minuti il suo tempo della precedente edizione e Sergio Diana, anch’egli esordiente assoluto in una gara ciclistica e stupefacente sorpresa, rispettivamente 5° e 6° di categoria. Per gli inossidabili gemelli Marco e Fabio Farozza, invece, un’encomiabile 18° e 20° posizione di categoria nel ranking finale.

Un applauso anche per l’inossidabile Alessandro Mandatori del team ASD CicliRebike Fondi, classificatosi 20° assoluto e 2° di categoria M5, veramente una gran prestazione.

Nel gruppo di testa uno splendido Luisiano Cannizzaro, secondo dopo un ex-professionista.

Le signore Cetrone e Roccarina che hanno terminato alla grande la GF !

Le signore Cetrone e Roccarina che hanno terminato alla grande la GF !

Evidenziamo anche l’eccellente prestazione delle donne Emma Cetrone e Loredana Roccarina per aver concluso alla grande questa incredibile gran fondo, veramente molto faticosa, in particolare per le ragazze !! Brave, brave, brave !!

Bravi, ovviamente, tutti gli atleti per aver sopportato l’incredibile fatica di questa meravigliosa GF.

Il gruppo di testa sulla salita della Madonna della Civita

Il gruppo di testa sulla salita della Madonna della Civita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post