Giornata nazionale dell’Appia, l’intervento di Agenda 21


Forum di Agenda 21 Locale del Comune di Terracina chiede di porre la dovuta attenzione alla Giornata Nazionale dell’Appia, progetto del MIBACT “Appia Regina Viarum”.

«Domenica 10 maggio 2020 – scrive l’associazione ambientalista – ricorre la 5a edizione della Giornata Nazionale dell’Appia. Le molteplici iniziative avviate per l’occasione, nel contesto della Fase 2 dell’emergenza da Coronavirus-Covid 19, sono finalizzate a promuovere la conoscenza, la tutela, la valorizzazione e la migliore fruizione di questa importante testimonianza storica, culturale, ambientale e paesaggistica per il suo riconoscimento, da parte dell’UNESCO, come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Il Forum di Agenda 21 Locale ogni anno promuove le iniziative della Giornata Nazionale dell’Appia. Per il nostro territorio, in particolare, abbiamo accolto l’invito dell’Archeoclub d’Italia-Sede di Terracina a sostenere e a divulgare la proposta inviata dalla detta Associazione all’Amministrazione Comunale, relativa alla partecipazione e collaborazione al progetto avviato e finanziato, a partire dal 4 marzo 2020, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo/MIBACT dal titolo: “Appia Regina Viarum. Valorizzazione e messa a sistema del cammino lungo l’antico tracciato da Roma a Brindisi”.

È questo, peraltro, uno degli importanti obiettivi di turismo sostenibile che abbiamo inserito nel nostro recente documento, trasmesso al Comune di Terracina in data 28/04/2020, con riferimento a quanto previsto nel Piano Turistico Regionale e dalla sua programmazione triennale. Il Forum di Agenda 21 Locale chiede pertanto all’Amministrazione Comunale di partecipare all’avviato progetto ministeriale “Appia Regina Viarum” e di far propria la proposta avanzata dall’Archeoclub d’Italia-Sede di Terracina denominata: “La Via Appia antica a Terracina. Da Ponte Alto all’Epitaffio. Valorizzazione e fruizione del percorso monumentale, ambientale e paesaggistico”, nel rispetto delle norme della Legge Regionale n. 2 del 10/03/2017, e nel quadro degli impegni nazionali e internazionali verso l’UNESCO e l’Agenda 2030 ONU».

Share this post