Giuliani (Lega) e la missione della città “normale”: «Ripartire dal quotidiano»


Il capogruppo della Lega in consiglio comunale annuncia la sua candidatura per lo scranno più alto dell’assise Terracinese, in coalizione con Forza Italia ed espone alla comunità i principi cardini del suo progetto.
«Sono estremamente motivato per affrontare una sfida estremamente affascinante come questa. Non sarà semplice per i noti motivi che tuttora attanagliano la nostra città ed il nostro pianeta. Ma se questi motivi rendono la sfida difficile, le nostre motivazioni la rendono entusiasmante. Le fondamenta del nostro programma si basano sulla semplicità e sull’efficacia: non abbiamo bisogno dei bus elettorali del civismo, bensì di idee chiare per compiere una svolta cittadina a livello di mentalità. “Ripartire dal quotidiano” sarà l’imperativo per alzare il livello della vita dei cittadini terracinesi. In un periodo storico in cui il PIL italiano tocca la quota più bassa dal 1995, abbiamo il dovere di ripartire dalla valorizzazione, e non dalla trascuratezza, dei nostri beni culturali e dal potenziamento dei servizi di ogni genere che la città può strutturalmente offrire: su tutti i temi della mobilità sostenibile e della ferrovia, da affrontare e studiare con estrema razionalità. Pur vivendo nell’epoca social, sono fermamente convinto che, più che postare proclamazioni e autocelebrazioni sullo splendore, per quanto inequivocabile, di Terracina, sia maggiormente fruttuoso porsi l’ambizione di renderla migliore agli occhi di tutti attraverso pochi, grandi progetti. Con idee, cuore ed entusiasmo.»

Share this post