Grandi numeri per la Podistica Terracina


asd podistica terracina. anxur time

Continuano a raccogliere successi gli atleti della “Podistica Terracina, ancora a premi nelle competizioni in calendario il 23 ottobre scorso.

Hanno subito iniziato forte, in mattinata, i ragazzi impegnati al Lido di Latina nelle due gare del “2° Trofeo Mare Lago delle Terre Pontine”. Spiccano, nella 30 chilometri, il primo posto di categoria di Patrizio Iannarilli – che si è così ripreso la vetta di una categoria che per lungo tempo ha dominato – ed il secondo di Fabrizio Di Maio, punto di riferimento e riconosciuto guru della squadra. Nella top ten delle rispettive categorie Roberto Del Bono (quinto), Giulio Colandrea (settimo) e Matteo Cimaroli (ottavo): atleti dalle grandi capacità ed autentici esempi di perseveranza e spirito sportivo.

Sempre nella lunga distanza, brillanti risultati anche per Murizio Muccitelli e Tommaso Ramacci, due amici che – nella fucina dei duri allenamenti fatti fianco a fianco – hanno saldato un legame che va oltre il semplice senso di appartenenza alla squadra.

Del medesimo tenore la prestazione di Michele Castellano che, grazie un riscontro cronometrico di tutto rilievo, continua la sua scalata verso la zona alta della classifica.

Patrizio Iannarilli e Marco Masci. anxur time

Patrizio Iannarilli e Marco Masci

In bella luce, nella 15 chilometri, la prestazione di Vincenzo Di Girolamo, giunto quinto tra gli assoluti al termine di una gara davvero tirata, in cui ha conteso agli avversari ogni singolo metro. È questo un atleta dalla volontà granitica, che non si sottrae alla lotta ed è sempre in prima fila quando c’è da competere per la vittoria.

Ancora a segno Nataly Castrovilli, giovane promessa della Podistica, quarta di categoria ad appena due settimane dal clamoroso successo di Sermoneta. Sotto la linea della traguardo, con un crono di tutto rispetto, anche Quirino Brusca e Tonino Ascenzi, specialisti delle medie distanze.

A Sabaudia, nel Triathlon Olimpico disputato quasi in contemporanea, un manipolo di atleti della Podistica Terracina si è misurato in una disciplina tra le più dure al mondo, in cui proprio l’ultima frazione, quella della corsa, conferisce la cifra della solennità  al continuum di sofferenza che caratterizza il suo impietoso svolgersi.

Hanno iscritto il proprio nome nel prestigioso albo dei finishers Marco Masci (49° con l’autorevole tempo di 2:12) e Raffaele Acanfora (in buona posizione generale con il tempo di 2:24). Per entrambi la soddisfazione di avere chiuso al meglio una gara da incorniciare, vista anche la presenza di alcuni tra i più forti triatleti del panorama agonistico italiano. Per Fernando Fiore – al quale un inconveniente ha purtroppo negato, a pochi chilometri da traguardo, la gioia di varcarlo per la prima volta – la promessa che ci riproverà presto, anche nel rispetto delle grandi potenzialità che ha già dimostrato nell’endurance, dimensione agonistica in cui un atleta come lui riesce sempre a primeggiare.

“Sono quelle regalate da questi ragazzi – spiega il presidente Egidio Pagliaroli – delle pagine di sport molto belle ed emozionanti, scritte con un inchiostro speciale in cui il sudore fa solo da diluente. Per gareggiare servono buone gambe, per vincere molto cervello. Quando si corre anche con il cuore, però, quello che si riesce ad esprimere, talvolta, sembra proprio poesia!”.

 

Share this post