I disagi del Centro Sociale di Via G.Leopardi


L’ex Consigliere Comunale di Sel di Terracina, Vittorio Marzullo, ha inviato una nota al Commissario Prefettizio Erminia Ocello, al Dirigente dei Servizi Sociali Giampiero Negossi, al Consiglio d’Amministrazione dell’azienda Speciale e al suo Presidente Carla Amici in merito alla situazione del Centro sociale di Via Giacomo Leopardi.

Vittorio Marzullo

Tutto parte dal 10 giugno scorso quando alcuni membri del Comitato di Gestione del Centro Sociale avevano rassegnato le dimissioni, indicandovi anche i nomi. Era stato quindi chiesto al Commissario Prefettizio di procedere alla nomina dei primi dei non eletti, ed all’azienda Speciale di procedere alla indizione di nuove elezioni per la nomina dei restanti, al fine di ricomporre per intero il Comitato di gestione.

Marzullo tra l’altro ricorda che al momento il Comune di Terracina non ha nominato nessun proprio membro all’interno dei Comitati dei tre Centri Sociali. Nel frattempo la sede di Via Leopardi ha proseguito la propria attività con il contributo responsabile di quelli che sono rimasti in carica e di coloro che hanno svolto attività di supporto in maniera volontaria.

Il Commissario Prefettizio di Terracina, Dott.ssa Erminia Ocello. Anxur Time

Il Commissario Prefettizio di Terracina, Dott.ssa Erminia Ocello

“La scorsa settimana – ha detto Marzullo-si è tenuta l’assemblea degli iscritti al Centro per l’approvazione dei bilanci ma un dipendente dell’azienda Speciale, per nome e conto della Dott.ssa Carla Amici, ha premesso che l’assemblea non poteva tenersi causa l’incompletezza del comitato di gestione in tutti i suoi componenti. Questa posizione è stata respinta dalla totalità dei presenti, circa 70 persone, tranne un voto contrario”. L’ex consigliere comunale nella nota sottolinea che gli iscritti si aspettano non un ulteriore atto di sabotaggio al Centro Sociale, ma il rispetto del regolamento che prevede le nomine dei sostituti, con la presa d’atto da parte del Commissario Prefettizio dei primi dei non eletti e l’indizione di nuove elezioni da Parte dell’azienda Speciale Terracina per la nomina dei posti ancora scoperti.

Il firmatario della nota ricorda che nel 2014, sino al 9 Luglio, la gestione è stata commissariale con l’incarico ad un dipendente dell’azienda Speciale, ma nell’approvare il bilancio consuntivo 2014, è stato potuto approvare solo il rendiconto dal 10 Luglio al 31 Dicembre, in quanto l’Azienda Speciale Terracina non ha fornito al Comitato di Gestione, ancora ad oggi, le risultanze della sua gestione.

Share this post