I programmi di Vittorini


Giulio Vittorini è pronto al salto nel grande tennis. Il 16enne terracinese, dopo gli ottimi risultati ottenuti negli scorsi mesi, si è preparato per la ricca stagione estiva. Sotto lo sguardo dell’istruttrice Margot Torre ha effettuato la preparazione proprio in vista degli open che inizieranno tra qualche settimana. «Gli impegni scolastici li ho messi ormai da parte e posso concentrarmi su un momento topico della mia carriera», esordisce il giovane tennista. Giulio ha superato il secondo anno dell’Istituto tecnico a Sabaudia. Gli allenamenti li svolge sempre nella sua Terracina, presso il T. C. Sardegna. E proprio col circolo di Franco Di Micco ha partecipato alla Serie C a squadre insieme ai senior Simone Sponticchia, Gianluca Di Sarra, Cristiano Russo e Cristian Rodriguez (tra i primi 800 della classifica Atp), col quale si cimenta anche nel doppio. Il percorso si è interrotto alla fase nazionale, quando sulla strada dei tirrenici è arrivato il T.C. Messina. Non sono mancate le soddisfazioni personali: «Ho avuto la meglio su tennisti del calibro di Robin Tola, che ha un anno più di me – conferma Vittorini – Un altro bel match l’ho disputato con Federico Campana del Tennis Club Eur, col quale mi sono imposto al tie break». Nel curriculum del giovane atleta figura anche il quarto di finale al prestigioso torneo internazionale Lemon Bowl. Lo stato di forma di Vittorini? «Credo che possa far bene quest’estate – afferma la Torre che lo allena da anni – Deve migliorare nella gestione della partita: sta attraversando una fase di crescita delicata e in alcuni frangenti non è concentratissimo. Le qualità tecniche sono indiscutibili: ha un ottimo dritto e un buon gioco a rete». L’impegno e appunto le qualità agonistiche gli hanno permesso di raggiungere la Terza categoria secondo gruppo under 16 (la C2 del vecchio regolamento). Una classifica che Giulio Vittorini spera di migliorare a breve. Nelle prossime settimane sarà impegnato al circolo privernate, poi nell’open che si terrà al “Sardegna” e a seguire al torneo del T. C. Match ball di Sabaudia. Un antipasto in vista degli impegni fuori regione che lo vedranno di scena nei rinomati circoli di Bari, Foligno e Rimini. A settembre arriva il palcoscenico internazionale e le qualificazioni al Campionato italiano. In questo caso Giulio si lascerà consigliare dalla Torre, che può vantare in bacheca tre titoli italiani. Un bell’esempio da seguire.

Margot Torre con l'allievo Giulio Vittorini

Margot Torre con l’allievo Giulio Vittorini

Share this post