Il referendum “possibile” di Terracina


E’ stato un ottimo risultato quello ottenuto dalla campagna referendaria organizzata dal neo nato movimento “Possibile“.

Reputo il risultato ottenuto da Terracina Possibile, molto positivo. Avevo in una prima fase fissato 100 il numero di firme che avrei voluto ottenere e il risultato è stato raggiunto pienamente per tutti e gli 8 quesiti, inoltre quello sulla scuola ha raddoppiato il traguardo prefissatomi. Questi numeri dimostrano che quando i cittadini vengono chiamati a decidere le sorti del paese non si tirano indietro e la speranza prende il sopravvento davanti alla delusione o allo sconcerto. Eravamo partiti con la speranza di fare bene, i dati ci dicono che abbiamo fatto un grande lavoro, che non è finito con il termine della raccolta firme ma andrà avanti anche nei prossimi mesi. Numeri che  aprono la strada ad una serie di ragionamenti. Il primo ragionamento è che sono i professori i più delusi delle riforme del Governo Renzi, infatti  convinti  e compatti hanno firmato per abolire la figura del preside manager. Abbiamo percepito che sentititi inoltre sono i temi che abbiamo sottoposto, infatti non solo la scuola , ma molto interesse hanno  suscitato i due quesiti sul lavoro, molti non condividono il demansionamento e i licenziamenti facili, ma molto interessante è stata anche la risposta che abbiamo avuto sul tema dell’ambiente, tanti vogliono ribellarsi alle trivellazioni e alle grandi opere. Infine hanno apprezzato i firmatari il quesito sulla democrazia, ossia quello che forse meno di tutti scalderà il cuore degli italiani ma che più di tutti decide le sorti del paese, perché la legge elettorale detta le regole della nostra democrazia”.

Di seguito è possibile analizzare i dati, nel dettaglio, delle firme ottenute dalla campagna referendaria di Possibile Terracina:

  • Eliminazione capolista bloccati e candidature plurime 147 firme;
  • Eliminazione legge elettorale italicum 148 firme;
  • Eliminazione trivelle in mare 139 firme;
  • Eliminazione carattere strategico delle trivellazioni 140 firme;
  • Eliminazioni grandi opere 141 firme;
  • Eliminazione del demansionamento 157  firme;
  • Eliminazioni licenziamenti facili 159 firme;
  • Eliminazione preside- manager 243 firme;

 

Questi numeri dimostrano che quando i cittadini vengono chiamati a decidere le sorti del paese non si tirano indietro e la speranza prende il sopravvento davanti alla delusione o allo sconcerto

Andrea Percoco (esponente Possibile Terracina)

Share this post