Illuminazione pubblica, al via il ripristino degli impianti


Una determina dirigenziale del Dipartimento dei Lavori Pubblici dà il via ad una nuova tranche di interventi nella pubblica illuminazione. A fronte di una spesa di quasi 100 mila euro sono state autorizzate opere soprattutto di ripristino della pubblica illuminazione su strade di Terracina che patiscono notevoli disagi. Affidati alle società Gemmo S.p.A./TL ESCO s.r.l. e City Green Light, gli interventi riguardano il ripristino della funzionalità di 17 punti luce in Via Circondariale spenti per furto dei cavi, il rifacimento dell’impianto dell’Area Chezzi, il ripristino di un cavo di dispersione in via Ceccaccio, la sostituzione di un palo in via Mortacino e il ripristino di 25 punti luce in via Consolare, una strada per cui è stato scelto di privilegiare il ripristino in prossimità delle abitazioni, ma che necessiterà di ulteriori interventi di completamento. Per quanto riguarda i nuovi impianti verrà illuminata l’aiuola posta all’ingresso nord di Terracina (sulla via Appia) e verrà allestita una nuova illuminazione di arredo della fontana di piazza della Repubblica, consistente in 4 fari speciali che punteranno le loro luci dagli angoli della piazza in direzione della fontana.

L’assessore ai Lavori pubblici Luca Caringi

L’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi commenta: “Proseguono gli interventi di sistemazione della pubblica illuminazione nella nostra città. Abbiamo investito quasi 100 mila euro in questa tornata, privilegiando il ripristino del servizio nelle zone, quasi tutte delle periferie, in cui era venuto a mancare per obsolescenza, guasti o furti. Dovendo fare necessariamente delle scelte dettate dalle risorse disponibili si è preferito ripristinare prima di realizzare nuovi impianti. Per valorizzare piazza della Repubblica, uno dei salotti cittadini, abbiamo colto l’opportunità di sfruttare le novità tecniche con una illuminazione innovativa e suggestiva. Terracina è una città che vanta un’estensione geografica considerevole, con alcune aree periferiche magari meno antropizzate, ma comunque bisognose di servizi che non è semplice garantire. Le opere di pubblica illuminazione – continua Caringi – che stanno per partire sono il proseguimento di quelle realizzate dalla seconda metà del 2016 ad oggi, interventi che, sommandosi a quest’ultimo, giungono a complessivi 200 mila euro e che hanno già riguardato via Mortacino, via Fabio Ambusto, la Prima Macchia di Piano, via Nove Ponti, via Circondariale, piazza Garibaldi, i parchi Battaglione Zara e Bachelet, le torri faro al porto, l’impianto semaforico di Via Olmata e un ripristino al Polo Trasporti. Da questo elenco di interventi – conclude l’assessore – sembra evidente che l’Amministrazione non ha affatto dimenticato le periferie, ben sapendo che molti disagi permangono e che stiamo lavorando per alleviarli. Il merito di questo risultato va ascritto anche agli Uffici del Dipartimento dei Lavori Pubblici che lavorano con grande lena e serietà”.

Share this post