Incontro sul futuro dell’Ospedale Fiorini


ospedale fiorini terracina

Il comitato in difesa dell’ospedale di Terracina nei giorni scorsi ha tenuto una conferenza stampa presso la sede dell’AVIS nel corso della quale è stata denunciata la situazione, non più sostenibile, in cui si trova il nosocomio Fiorini, sottolineando la necessità di intraprendere ulteriori iniziative per risolvere una volta per tutte i molteplici problemi non più rinviabili, oltre  gli impegni presi e non mantenuti dai rappresentanti degli organi della ASL di Latina.

Antonio Bernardi. Comitato pro ospedale Terracina. Anxur Time

Antonio Bernardi. Comitato pro ospedale Terracina

In modo particolare si è discusso della non attuazione  del nuovo Atto Aziendale e della non assunzione del personale carente nei reparti di Ortopedia e Chirrgia. Mancano gli anestetisti e c’è la necessità di istituire la reperibilità cardiologica nel Presidio Ospedaliero Centro oltre a disporre il necessario personale medico, infermieristico per far fronte, al sovraffollamento  della stagione estiva al pronto soccorso.

Il Comitato Pro Ospedale ha puntato il dito anche contro l’ingiustificato ritardo ad istituire  l’Osservazione Breve Intensiva (OBI), con i posti letto, nonostante i finanziamenti avuti dalla regione Lazio.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche il Sindaco Nicola Procaccini, la delegata alla Politica Sanitarlia, Dottoressa Maurizia Barboni, con i quali il Comitato aveva già avuto un incontro nei giorni scorsi. Presente anche il Consigliere Comunale Valentina Berti. Il primo cittadino ha  preannunciando che per il 17 agosto è stato fissato  un incontro con il Direttore Generale della ASL.

Tutti coloro che sono intervenuti all’incontro hanno invitato il comitato in difesa dell’ospedale di Terracina, a continuare le forme di contestazioni, coinvolgendo la popolazione. Si comincerà con un volantinaggio nelle prossime settimane.

Share this post