INDIANO FRACASSA LA TESTA DI UN TERRACINESE: ARRESTATO


La  Polizia di Stato di Terracina nel pomeriggio di ieri ha tratto arresto Singh Mangatjit, 30 anni, indiano,  poiché indiziato di tentato omicidio.  Il provvedimento è scattato in seguito alla feroce aggressione che sabato sera si è consumata  ai danni di Cristian Lauretti, nato a Terracina nel ‘90. Sono circa le 21.00 di sabato quando giunge una telefonata al 113  che racconta di un ragazzo a terra,  nei pressi di un supermercato di Borgo Hermada (nella foto il luogo della rissa).

Giunti  prontamente sul posto gli agenti del  Commissariato di Terracina trovano riverso a terra in una pozza di sangue, una ragazzo colpito alla testa.  Di li a poco giunge anche il 118 che soccorre il ragazzo e lo trasporta in grave condizioni presso l’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Provveduto al soccorso del giovane, gli agenti del Commissariato iniziano il lavoro di raccolta delle testimonianze dei presenti. Il quadro che emerge dalle testimonianze raccolte racconta di un lancio di bottiglie tra cittadini indiani, che frequentano abitualmente il supermercato, ed alcuni ragazzi italiani, che termina con il Lauretti colpito alla testa violentemente, da un cittadino indiano visto allontanarsi dal posto precipitosamente.

Singh Mangatjit, accusato di tentato omicidio

Singh Mangatjit, accusato di tentato omicidio

La descrizione dell’uomo raccolta dagli investigatori della Polizia di stato è molto precisa tanto che ieri sera il presunto aggressore è stato rintracciato in un appartamento di Borgo Hermada. L’uomo identificato per Singh Mangatjit, 30 anni, indiano, aveva già raccolto in una valigia tutte le sue cose ed era pronto per la fuga.  Avvisata l’A.G. l’uomo è stato fermato quale indiziato di tentato omicidio e condotto presso la casa circondariale di Latina. Il Lauretti rimane ricoverato in ospedale presso il reparto di Neurochirurgia in prognosi riservata.

Un momento della conferenza stampa di oggi

Un momento della conferenza stampa di oggi

Share this post