Italia ai Mondiali 2017. Paolo Palmacci nella storia…


Nazionale italiana di beach soccer qualificata ai Mondiali 2017. anxur time

A Jesolo l’Italia non si distrae e si qualifica per la settima volta al Mondiale di Beach Soccer (su nove edizioni) grazie a un cammino in crescendo in queste qualificazioni europee. 27 nazionali per quattro posti. Insieme agli azzurri si sono qualificate per la rassegna iridata, i campioni in carica del Portogallo, i sorprendenti polacchi alla loro prima storica qualificazione alla massima kermesse internazionale e la Svizzera che raramente salta l’evento più importante.

ESPINHO, PORTUGAL - JULY 13: Paolo Palmacci of Italy celebrates scoring a goal during the Group B FIFA Beach Soccer World Cup match between Switzerland and Italy held at Espinho Stadium on July 13, 2015 in Espinho, Portugal. (Photo by Dean Mouhtaropoulos - FIFA/FIFA via Getty Images)

Paolo Palmacci

La Polonia poi si è presa anche il trofeo battendo in finale proprio gli elvetici per 6-3. Per l’Italia di Massimo Agostini si tratta di un’impresa. Baste scorrere i nomi dei roster che il prossimo anno resteanno a guardare i Mondiali in programma alle Bahamas: la Russia (due volte campione d’Europa e del Mondo) dopo cinque mondiali giocati di fila, i campioni d’Europa dell’Ucraina e gli specialisti della disciplina della Spagna.

L’Italia ha superato nell’ordine Serbia, Turchia, Bielorussia, Repubblica Ceca, Germania e Ungheria grazie ai 34 gol segnati. La formazione azzurra ha sofferto solo con la Germania superata grazie ai due gol di Ramacciotti sul filo della sirena. Con la qualificazione già in tasca, Gori e compagni hanno chiuso questo torneo di qualificazione ai Mondiali con il qaurto posto, perdendo la finale di consolazione per 8 a 3 contro il Portogallo.

Una Nazionale italiana come sempre colorata di terracinese. Dal vice allenatore Emiliano Del Duca, ad Alessio Fraintetti, praticamente una garanzia. Capitan Paolo “Pablito” Palmacci merita una citazione a parte. Con i tre gol realizzati complessivamente in questa competizione è salito a 189 centri su 202 presenze. Un record. Superato Roberto Pasquali, altro terracinese doc, il primo vero talento di questa disciplina.

 

 

 

 

 

Share this post