La favola del “Centro storico”


Il cammino che li ha accompagnati verso la Serie A.

Bronx Bonavita La Valle-Centro Storico Coop. La Favetta 1-6; Borgo Pio Basar-Centro Storico Coop. La Favetta 2-1; Centro Storico Coop. La Favetta-Via Terracina 5-0 (A Tavolino); Centro Storico Coop. La Favetta-La Chiesetta Pizzeria Rocco e Rollo 4-6; Quarti di finale: Centro Storico Coop. La Favetta-Pisco Montano Satline 7-5; Semifinale: Centro Storico Coop. La Favetta-Le Fischiere 4-3; Finale: Centro Storico Coop. La Favetta-Le Capanne Caminetto Bar Europa 7-1.

 

Compagni di avventura durante la trasferta

“Compagno” di avventura durante la trasferta

Compagni di avventura durante la trasferta

Compagno di avventura durante la trasferta

Premi individuali

Giuseppe Giancana Miglior Giocatore e Capocannoniere con 11 reti; Andrea Borsa Miglior Portiere; Mauro Bressan Gol Più Bello; Paolo Mauti Giocatore Rivelazione; Pietro Bum Bum Rossi Special One.

 

 

 

Domanda per tutti: Cosa vi ha portato alla vittoria?

 

Risposte dei dirigenti.

Pietro Bum Bum Rossi

Pietro Bum Bum Rossi(Presidente): La fame di vittoria! Dal primo momento che si è formata la squadra ad ogni giocatore avevo promesso il successo finale. Ecosì è stato! Un ringraziamento speciale a tutti gli sponsor che hanno permesso la realizzazione di questo sogno. (Bar Vesuvio, Cooperativa La Favetta, Pizzeria Al Bacio di Borelli, G.G. Dolciaria La Fiora)

 

LucianoLuciano (Allenatore): L’umiltà e il gruppo soprattutto verso un unico obiettivo: la vittoria.

 

 

 

 

 

 

 

 

Matteo MastraccoMatteo (Accompagnatore): La grinta e la voglia di fare. Sapevamo che dovevamo convincere i terracinesi della nostra forza e della vittoria ottenuta nella 7edizione del Torneo dei Quartieri. Credo che dopo le due vittorie ottenute nella fase finale a Montalto di Castro abbiamo dimostrato le nostre potenzialità. Ora aspettiamo il prossimo anno, ci attende la Serie A. Ci sarà tanto da lavorare ma siamo sicuri di toglierci tante altre soddisfazioni.

 

Ennio

 

Ennio (Accompagnatore): E’ stata una vittoria inaspettata perciò è stata la più bella contro tutti i pronostici. Una grande squadra, grandi giocatori ma sopratutto grandi uomini.

 

 

 

Luca (Bar Vesuvio): Li abbiamo “crepati”. La mia più grande soddisfazione è che nessuno Luca Bar Vesuviocredeva nel gruppo ma al contrario i ragazzi sono riusciti a superare le aspettative.

 

 

 

 

 

Risposte dei giocatori.

Giuseppe GiancanaGiuseppe Giancana (Capitano): Mille parole ma solo una grande emozione. Si inizia scherzando e si finisce con un qualcosa che rimane impresso nel cuore e nella mente; era un martedì, la prima partita, non ci conosciamo ma subito si inizia a vedere un grande gruppo. Ci stringiamo la mano e si inizia con una vittoria. L’inizio di un piccolo sogno. Ragazzi che non hanno chiesto soldi ma solo la voglia di giocare e dimostrare ciò che sono in grado di fare per la loro città. Così si continua ad andare avanti nonostante le tante persone che avevamo contro perchè eravamo la squadra sulla quale nessuno avrebbe scommesso, e lì abbiamo deciso di non fermarci più. Nonostante gli impegni di lavoro, abbiamo cercato di realizzare quel sogno nel cassetto chiamato SerieA. Ci qualifichiamo ai quarti di finale prima, e approdiamo in finale poi. In finale contro la squadra più quotata non abbiamo avuto paura pensando di avere capacità superiori a loro e così con un secco 7a1 vinciamo la 7edizione del Torneo dei Quartieri. Lacrime di gioia e tanta euforia. Ci prepariamo alle finali nazionali di Montalto di Castro, decidendo tutti insieme di prenderci la nostra rivincita con il motto: “La Serie A è nostra”. Arrivati in quel di Viterbo,ci imponiamo nella prima gara per 7 a 3. Abbiamo voluto comunque il primo posto a punteggio pieno così con tutto l’impegno e l’orgoglio di una vera squadra riusciamo nell’impresa di vincere il secondo incontro. Personalmente, da capitano del Centro Storico voglio dire ai miei compagni e allo staff grazie di cuore per tutto, per me siete una famiglia e il sogno continua.

Andrea Borsa (Miglior Portiere): La voglia di vincere e di fare bene. Per raggiungere l’obiettivo prefissato non serve solamente essere bravi sul campo ma bisogna essere prima di tutto una squadra, un gruppo! Le critiche lasciamole agli altri, noi abbiamo dimostrato sul campo e di essere attaccati alla maglia e alla città.

Andrea Borsa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Paolo Mauti Paolo Mauti(Giocatore Rivelazione): Per quanto mi riguarda la forza e la grinta per cercare di vincere è stata determinata proprio dal fatto che nessuno avrebbe pensato che potessimo aggiudicarci noi la Serie A, invece mai dire mai.

 

 

 

 

 

 

 

 

Mauro Bressan(Gol più bello): Personalmente non vorrei buttare tutto, ma trovare una grande spalla che ci dia una mano. Se è stato bellissimo stare con voi tra stendino e gatti nella piscina, immagino come sarebbe fare le tappe: tante risate e quando si entra in campo ci trasformiamo.Mauro Bressan

 

 

 

Enrico De ProsperisEnrico De Prosperis: Sicuramente la voglia di vincere!

 

 

 

 

 

 

Massimiliano Speroniero: Si è formato in pochi giorni un bellissimo gruppo, non tutti ci conoscevamo ma è iniziata Massimiliano Speronierouna grande intesa e amicizia tra noi e anche con lo staff tecnico la voglia e fame di vincere aumentava partita dopo partita con umiltà e la giusta concentrazione. Infine proprio la scarsa quotazione dalla critica ci ha resi grandi a Montalto di Castro. Grazie di tutto ragazzi, è stata veramente una bella esperienza e sicuramente un bellissimo ricordo sperando di continuare ancora. Ringrazio tutta la squadra e i dirigenti perchè ho fatto parte di questo gruppo ma un grazie sopratutto a Paolo Mauti “il grande”, che mi ha convinto di farne parte. Forza Centro Storico.

 

 

 

 

 

Ivan SpezzaferroIvan Spezzaferro: La forza del gruppo e la determinazione di ognuno a raggiungere un obiettivo per la nostra città e per dimostrare a tutti che siamo capaci di grandi cose.

 

 

 

 

 

 

 

 

Riccardo Di Veglia: Il sacrificio da parte di tutti i componenti del gruppo!Riccardo Di Veglia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a destra Alessandro BottigliaAlessandro Bomber Bottiglia: Una nota di merito va data ad un gruppo di bravi ragazzi che nonostante la critica lo dava battuto ai nastri di partenza; consolidatosi partita dopo partita con grande umiltà vivendo e facendo vivere belle emozioni, vincendo la 7edizione del Torneo dei Quartieri svolto presso la Beach Arena Carlo Guarnieri di Terracina e realizzando un sogno con la vittoria alle fasi finali di Montalto di Castro!

 

 

 

Pierluigi Paglia: La critica diceva che eravamo meno quotati, io e il presidente sapevamo di vincere tutto, conoscendoPierluigi Paglia il potenziale a disposizione non potevamo sbagliare!

Share this post