La Lega fa chiarezza sui rapporti all’interno del centrodestra


«Si sono succeduti negli ultimi giorni alcuni articoli con ricostruzioni fantasiose di una trattativa Lega-Fdi che si scontrerebbero per rivendicare la figura del prossimo candidato Sindaco unitario. Gli incontri che si sono programmati con le delegazioni delle forze politiche (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e alcuni consiglieri comunali che si riconoscono nel progetto del centrodestra) che si sono succeduti dando seguito al convegno unitario del 13-10-2019 non hanno registrato nessuna “frizione” e nessun “tira e molla” sul nome del candidato Sindaco, ma bensì una difficoltà del partito Fdi a garantire una partecipazione a causa dei ripetuti problemi politici registrati all’interno del partito come registrato anche sulla stampa nell’ultimo periodo». Fa chiarezza sui rapporti politici nel centrodestra terracinese il coordinatore della Lega-Salvini premier Fulvio Carocci.

«Auspichiamo che la convinzione e la determinatezza che si è manifestata a livello nazionale, trovi adeguato riscontro a livello locale e che le altre forze politiche traducano in atti concreti tale convinzione. Chiediamo  apertamente a loro e anche alle altre forze politiche: credono veramente in questo progetto? Sono realmente interessate a iniziare questo percorso? Tutto ciò per rafforzare l’attività di gestione amministrativa, renderla più adeguata e corrispondente all’esigenze delle forze economiche ed imprenditoriali, ma soprattutto per dare risposte ai Cittadini. Per quanto ci riguarda stiamo lavorando con determinazione in questa direzione ed auspichiamo che si chiuda la prima fase di confronto per poi affrontare più specificamente le problematiche relative al nostro territorio e soprattutto le soluzioni ai vari problemi, ancora insoluti o non adeguatamente affrontati, in un’ottica di programmazione. Siamo convinti che debbano essere superati i tatticismi, i personalismi, gli egoismi, nel bene assoluto della Città e per una campagna elettorale che possa esprimere il meglio per una classe dirigente che dovrà affrontare tematiche decisive per il rilancio, provinciale e Regionale,  della nostra Terracina. Se così non fosse il nostro partito non avrebbe nessuna difficoltà a proseguire con coerenza il percorso per dare alla nostra città una amministrazione che non strizzi l’occhio al centro-sinistra; forti della coesione del direttivo locale che ha sempre dimostrato coerenza e autonomia nei processi decisionali. Per chiarire rendiamo noto che la LEGA- Salvini Premier non sarà approdo per avventurieri della politica e faccendieri che hanno già dimostrato di aver fatto male alla nostra città».

Share this post