La nota di Fratelli d’Italia-AN


LIBERI E FIERI. IL DOMANI APPARTIENE A NOI. Questo il titolo della nota che Fratelli d’Italia-An ha voluto rendere pubblica ripartendo dal 6 maggio dello scorso anno quando arrivò la sfiducia all’ex sindaco Nicola Procaccini.

 

Fratelli d’Italia –An è in cammino. Da quel fatidico 6 maggio, infatti, la nostra linea programmatica ed ideale è rimasta immutata. Siamo caduti e ci siamo rialzati guardando in faccia la nostra gente, scrutando nei loro sguardi quello spirito di rivalsa che abbiamo fatto nostro.

Il filo conduttore della nostra azione politica è stato e sarà la coerenza e la progettualità degli ultimi due anni di consiliatura. Dalla riqualificazione del territorio all’ampliamento dei servizi delle zone periferiche. Dall’attenzione per le fasce più deboli della popolazione al decoro urbano, passando per la tutela dell’ambiente e la creazione di nuovi spazi aggregativi per anziani e giovani.

Guardiamo alla Terracina che verrà, senza dimenticarci della Terracina che è stata. Almeno fino a quel fatidico 6 maggio. La Terracina investita di riconoscimenti, frutto di lavoro e passione. La Bandiera Blu, fiore all’occhiello della passata amministrazione, ed elemento paradigmatico di buona politica. Un riconoscimento prestigioso che ha proiettato la nostra città nei circuiti internazionali ambiti dai turisti di tutto il globo.  In questo contesto, ci siamo potuti fregiare anche del titolo della Bandiera verde, una certificazione a livello mondiale che testimonia il lavoro di promozione e sostenibilità svolto dai nostri istituti scolastici (con l’ausilio dell’ente) nell’ambito didattico.

panorama Terracina

Amore per la città, rispetto per il suo sconfinato patrimonio artistico-culturale. Ci vantiamo di aver restituito alla vita Piazza Domitilla, rendendola un luogo a misura di famiglia e non di automobili. Ci siamo battuti per recuperare fondi europei destinati alla riqualificazione di intere aree urbane, rimodellando Piazzale “Aldo Moro” ed omaggiando così la memoria del grande statista democristiano.

Un lungo viaggio iniziato con il mare in tempesta. Il dissesto finanziario come clava sulla testa di un’intera comunità, i ricatti politici come strumento di gestione della cosa pubblica. Siamo usciti fuori lottando su tutti i tavoli istituzionali, ottenendo finanziamenti e risanando (quasi del tutto) l’enorme debito lasciatoci in eredità dalle passate amministrazioni.

Abbiamo incentivato l’agricoltura con atti concreti, ridisegnato la viabilità cittadina ed unito le periferie alla città. Abbiamo fatto molto, ma non possiamo accontentarci.

Dopo aver riguadagnato la nostra autonomia decisionale, cercheremo di riannodare i fili con il passato. A partire dalla videosorveglianza, elemento imprescindibile per garantire la sicurezza dei cittadini. Sia nelle zone maggiormente “sensibili” che nel cuore pulsante della città. Una misura che dovrà viaggiare di pari passo con il recupero degli immobili in disuso di proprietà comunale (Villa Aldrover su tutti) e l’aiuto, mediante appositi fondi e sportelli, dei cittadini meno abbienti.

Il nostro ambizioso progetto abbraccia ogni singola porzione di città. Per questo, la portualità assumerà un ruolo di primo livello. E rimuovere la barra sabbiosa attraverso una convenzione ente comunale-privato per l’acquisizione di una nuova draga, sarà uno degli impegni preminenti della nuova giunta Procaccini.

Fratelli d’Italia è pronta a battersi per una città libera, unita e forte.  Senza paura, contro intimidazioni, atti vandalici e potenti di turno. Siamo la Terracina ribelle e fiera. Quella del domani.

Coordinamento cittadino Fratelli d’Italia- An

 

Share this post