La tesi sugli Anarchici Pontini vince il Premio “Mirella Barbato”


Giovanni Marchegiani - Anarchici Pontini

LATINA – Ieri presso la Sala Italia dell’hotel Europa di Latina si è svolta la premiazione della dodicesima edizione del Premio “Mirella Barbato”, concorso nazionale e biennale aperto ai laureati di tutte le facoltà, per il conferimento di un premio da assegnare ad una tesi di laurea che tratti argomenti relativi alla città di Latina ed al suo territorio. L’evento è promosso e organizzato dal Rotaract Club Latina, in collaborazione con il Rotary Club Latina.

Giovanni Marchegiani

Quattro i finalisti di questa edizione: Giovanni Marchegiani, Maria Giovanna Luciano, Arianna Culotta e Luana Morelli. A quest’ultime è andata la menzione speciale e il riconoscimento da parte di tutta la commissione per l’ottimo lavoro di ricerca svolto e per le tesi scritte.
Mentre i vincitori sono stati Maria Giovanna Luciano, per la categoria ‘tesi magistrale’, e Giovanni Marchegiani, per la categoria ‘tesi triennale’. Una commissione formata dai delegati degli ordini professionali e da diversi esperti del territorio ha valutato i lavori pervenuti, nei vari settori e discipline, giungendo così a decretare i nomi dei vincitori. La cerimonia di premiazione è avvenuta in presenza del Governatore del Distretto Rotary 2080 Salvina Deiana, del Rappresentate Distrettuale Rotaract, Stefano Bini e del prefetto di Latina, Pierluigi Faloni.

La ragione del premio, corrisposto dal fratello di Mirella – Enrico Barbato – nasce dalla volontà di premiare chi è riuscito, con originalità e competenze accademiche, a promuovere la città di Latina e il suo territorio, raccontando magari una storia ‘non conosciuta’ come fatto dalla tesi vincitrice ‘Anarchici Pontini’ o come chi, col suo progetto, immagina una riqualifica della città in una visione più green ed ecosostenibile. Un premio che non vuole rimanere fine a se stesso, ma che vuole lanciare nuovi spunti e motivi di riflessioni per tutti.

«Il Premio Mirella Barbato – spiegano i presidenti Federico Bizzarri (Rotary Club Latina) ed Emanuela Santoro Cayro (Rotaract Club Latina) – è dedicato alla past president del Club organizzatore, prematuramente scomparsa. Mirella Barbato aveva ideato il concorso per dare un riconoscimento a quei giovani che, con le loro tesi di laurea, danno un contributo al miglioramento della conoscenza del territorio pontino. Un fiore all’occhiello per la nostra città e una opportunità da cogliere per i nostri giovani».

Inoltre, le tesi che hanno partecipato al concorso saranno donate al fondo storico locale della biblioteca comunale “Aldo Manuzio” di Latina, divenendo patrimonio culturale della città e offrendo a studenti, ricercatori e semplici appassionati l’opportunità di confrontarsi con contenuti inediti riguardanti il territorio pontino.

Redazione

AnxurTime è la rivista della città di Terracina a distribuzione gratuita. Diamo importanza a Terracina attraverso i suoi veri protagonisti: i cittadini.