L’ASD Podistica Terracina si fa in tre


ASD Podistica Terracina. Anxur Time

Grandissimo momento per l’ASD Podistica Terracina che si è messa in evidenza a Latina, Philadelphia e Sabaudia. Il meglio della divisone maschile si è passato il testimone, in un’ideale staffetta transoceanica tra Latina e Philadelphia, in due gare davvero toste, che rappresentano le distanze più classiche dell’endurance su strada.

Paolo Sessa, Fernando Fiore e Maurizio Muccitelli ai nastri di partenza a Lenola. Anxur Time

Fernando Fiore

Grande prova, nella storica “Philadelphia Marathon”, per Fernando Fiore. Al podista terracinese sono bastate 3 ore e dieci minuti per archiviare una corsa molto insidiosa in cui, tra l’altro, ha dovuto fare i conti con un errore di percorso – che gli ha determinato un discreto addebito chilometrico – e con l’accidentale collisione con l’handbike di un’atleta disabile, forse deconcentrato dalla grande fatica che una simile competizione comporta.

In terra pontina, a migliaia di chilometri dall’altrettanto incantevole Pennsylvania, ci hanno pensato altri otto compagni di squadra ad onorare la maglia, presentandosi ai nastri di partenza della “Mezzamaratona di Latina”, sotto l’occhio attento del presidente Egidio Pagliaroli.

patrizio iannarilli. ANXUR TIME

Patrizio Iannarilli

Piazza d’onore per Fabrizio Di Maio, tornato a gareggiare con la solita energia e la consueta determinazione che, in passato, gli hanno consentito di aggiudicarsi un paio di titoli italiani UISP sulla distanza della maratona.

Hanno tagliato il traguardo praticamente affiancati, dopo essersi sostenuti ed  incoraggiati per tutta la gara, Marco Masci e Patrizio Iannarilli. I due atleti della Podistica Terracina, autentiche macchine da corsa, sono riusciti a chiudere la partita  in appena un’ora e 26 minuti, rientrando nella top ten di categoria.

Ha demolito il suo precedente primato sulla distanza Maurizio Muccitelli che, grazie a quest’ennesima prova di forza e carattere, si avvicina prepotentemente alla zona podio.

Migliore prestazione di sempre anche per Denis D’Ammizio e Tommaso Ramacci, giunti al traguardo a pochi secondi l’uno dall’altro. Nonostante si siano affacciato da poco a questa disciplina sportiva, questi due podisti stanno davvero bruciando le tappe ed i loro progressi lasciano spazio a previsioni ancora più ottimistiche. Di prima grandezza anche i numeri di Paolo Sessa e Tonino Ascenzi, esempi di forza di volontà e modelli di puro spirito sportivo.

Romina D'Auria, poker a Sabaudia.Anxur Time

Romina D’Auria, poker a Sabaudia

E a Sabaudia ha trionfato nella maratona la solita Romina D’Auria. La terracinese ha calato un bel poker dopo i successi del 2012, 2013 e 2014. Il percorso immerso nel Parco del Circeo, ha fatto da cornice agli oltre mille atleti che hanno preso parte all’evento: ai cinquecentodieci maratoneti che hanno affrontato i canonici 42 chilometri e 195 metri si sono sommati i quattrocentodieci runners al via della Competitiva di 11 chilometri e più di cento iscritti alla Stracittadina di 2 chilometri aperta a tutti e dedicata in particolare ai ragazzi delle scuole. La portacolori della Podistica Terracina ha condotto una gara di testa facendo fermare i cronometri dopo 3h03’12: alle sue spalle la piemontese Mara Calorio (Atletica Cumiana Stilcar), regina dei trail ma anche lei al debutto in maratona: col riscontro cronometrico di 3h13’09” ha festeggiato l’esordio e la vigilia del compleanno. Terza piazza per la genovese Cristina Trestin (Atletica Frecce Zena) col tempo di 3h15’10”.

Share this post