Laura Rogora, primo 9a – climber di classe mondiale


Laura Rogora su artificiale. Ph.Pichi

Laura Rogora su artificiale. Ph.Pichi

Laura Rogora, 15 anni, probabilmente non è ancora ben consapevole di essere nell’olimpo mondiale delle arrampicatrici. E’ di pochi giorni fa, infatti, la notizia della meravigliosa arrampicata effettuata sul tiro Grandi Gesti, alla Grotta dell’Arenauta di Sperlonga, gradato 9a, un livello durissimo, raggiunto da poche persone al mondo. Partita senza troppa convinzione visto lo scarso livello di forma avuto in settimana, come ha dichiarato sulla sua pagina Facebook, ha portato a termine il tiro chiudendolo alla grande, sotto lo sguardo attento dei genitori e di tanti altri climber che tifavano per lei.

Laura frequenta il secondo anno del liceo scientifico e tiene molto alla scuola, in cui risulta brillante. Ma non appena gli studi terminano è pronta ad allenarsi in

Laura in palestra. Ph. Pichi

Laura in palestra. Ph. Pichi

palestra, a Roma (dove vive), alla ClimbingSide, sotto l’occhio attento di Alessandro Marrocchi, storico arrampicatore romano, e ad uscire in falesia per scalare, soprattutto dove ci sono gradi duri. Questo 9a non arriva, infatti, all’improvviso; nella sua crescita come arrampicatrice ha liberato tanti altri tiri di 8a-8b-8c e intermedi.

Le abbiamo fatto qualche domanda per conoscerla meglio.

AT: Abbiamo detto che frequenti il secondo liceo scientifico. Quali sono le materie che ami di più e in cui riesci meglio ?

Mi piacciono un pò tutte ma la mia preferenza è per le materie scientifiche, quindi matematica e scienze.

AT: Come ti sei avvicinata a questo sport ?

Mio papà scalava da giovane e così una volta ha portato me e mia sorella in falesia. A me è piaciuta subito tantissimo l’arrampicata sportiva e, dopo qualche anno, mi sono iscritta in palestra, la ClimbingSide, che tuttora frequento.

AT: Quanti allenamenti effettui durante la settimana ?

Mi alleno in palestra 4 volte a settimana, per circa due ore o poco più. Poi esco in falesia nel weekend, generalmente un solo giorno. In falesia mi accompagnano spesso i miei genitori; qualche volta, però, mi unisco ad una coppia di climber romani.

AT: Quali sono i tuoi sponsor ?

L’unico mio sponsor ufficiale è Wild Climb che ringrazio molto per il supporto. Approfitto di questa intervista per salutare una mia amica, Alisa di Climberstore che mi è sempre vicina e mi dà una mano come può.

Laura sul gradino più alto del podio, vittoriosa.

Laura sul gradino più alto del podio, vittoriosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post