Lavori al Borgo, Caringi: «Attenzione a uno dei tre centri storici di Terracina»


Prosegue il programma di sistemazione e riqualificazione di strade e aree comunali di Terracina. Tre progetti prossimi a partire su Borgo Hermada grazie alle risorse reperite attraverso gli oneri di urbanizzazione provenienti dal borgo stesso. Il primo progetto licenziato è quello che riguarda la riqualificazione del viale e dei marciapiedi di via Cesare Battisti a Borgo Hermada.
Il tratto interessato dall’intervento, che riguarda marciapiedi e sede stradale, è appunto quello di Via Cesare Battisti, nel tratto compreso tra via Migliara 58 e Piazza XXIV Maggio. Parte degli interventi ineriscono il marciapiede laterale e il vialetto centrale di Piazza IV Novembre.
La pavimentazione dei passaggi pedonali è stata danneggiata dalle radici degli alberi presenti, i quali verranno rimossi per procedere ad una ri-piantumazione con Acer Platanoides. Anche i cigli in travertino esistenti dislocati, ammalorati e comunque non rispondenti alla funzione di bordura, verranno rimossi e sostituiti o riqualificati, così come verrà rifatta la pavimentazione e la sede stradale.

Altri lavori cominceranno, all’inizio di ottobre, in via Angelo Sani, una strada divenuta ormai principale per l’accesso a Borgo Hermada, soggetta anche al transito di mezzi pesanti. Sia la sede stradale che il marciapiede pedonale spartitraffico necessitano di interventi di risistemazione e riqualificazione, in quanto essi risultano degradati, oltre che dall’usura, dal solito problema delle radici degli alberi che divelgono la pavimentazione. Anche in questo caso si procederà alla rimozione delle piante esistenti e alla sostituzione con alcune specie di acero.
Altro lavoro in programma, che partirà nei prossimi mesi al Borgo, è quello che riguarda il recupero storico ed ambientale del fabbricato dell’ex Torre dell’Acquedotto, il primo fabbricato realizzato durante la bonifica dell’Agro pontino, in stato di abbandono da anni. Il recupero è finalizzato ad una nuova fruizione del fabbricato per diverse funzioni, tra le quali la realizzazione di spazi per le associazioni del posto, la realizzazione di un Osservatorio Ambientale, l’installazione di una serie di telecamere per il controllo e la sicurezza del Borgo. Si tratta di un intervento significativo anche dal punto di vista storico e sociale, perché l’edificio è un luogo di identità per tutta la popolazione, altamente visibile e riconoscibile. I lavori di ristrutturazione saranno profondi e impegnativi.

L’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi commenta questa serie di lavori in fase di realizzazione a Borgo Hermada: “A breve avvieremo i lavori a Borgo Hermada. Siamo molto soddisfatti in particolare per due ordini di motivi: il primo è che riusciamo a restituire ai cittadini di Borgo Hermada, attraverso opere urbanistiche, le risorse recuperate sul territorio; il secondo motivo di soddisfazione è il fatto di aver mantenuto la promessa di tenere in alta considerazione il terzo Centro Storico di Terracina, insieme a quello Alto e al Borgo Pio. Questo territorio, così vasto e popolato, testimonia che Terracina è una città molto estesa, che richiede attenzione e servizi ovunque. Le periferie cominciano a non essere più tali e la trasformazione urbanistica e sociale della nostra città rappresenta una grande responsabilità che siamo orgogliosi di assumerci. Un meritato ringraziamento va al Dipartimento dei Lavori Pubblici, che continua a lavorare con un’alta produttività in termini di progettazione, intercettamento dei fondi e realizzazione degli interventi”.

Share this post