Lavori su Monte Cucca, ok della giunta all’integrazione economica


Il Comune di Terracina delibera integrazione economica per la realizzazione dei lavori su Monte Cucca. Assessori Caringi e Zappone: “La partecipazione diretta del Comune rappresenta la più grande opera pubblica che la Città di Terracina realizza da molti anni a questa parte. Con RFI e FS la questione Terracina non è stata affatto accantonata”.

L’Amministrazione Comunale di Terracina ha deliberato l’integrazione economica per l’avvio dei lavori di mitigazione del rischio lungo la dorsale del Monte Cucca. Il bando che ha assegnato al Comune di Terracina un importo di 4 milioni, copre circa 900 metri dei quasi 1,3 km di area dell’intervento. I circa 400 metri restanti di lavori verranno eseguiti grazie all’intervento del Comune di Terracina che garantisce ulteriori 867 mila euro attraverso un ribasso d’asta o direttamente fondi comunali. L’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi commenta con soddisfazione il provvedimento: “La partecipazione diretta del Comune rappresenta la più grande opera pubblica che la Città di Terracina realizza da molti anni a questa parte e testimonia la volontà dell’Amministrazione di lasciare un segno importante per la città. Tecnicamente vengono definite opere complementari, ma in realtà si tratta di interventi imprescindibili per la realizzazione delle opere principali. Nel corso dell’iter per l’inizio dei lavori sono state rilevate alcune criticità, ora risolte, che hanno tardato l’avvio dei lavori. Siamo ansiosi di cominciare perchè l’esigenza di garantire la sicurezza delle abitazioni e della strada sottostante sono prioritarie, senza contare la possibilità di eliminare i motivi ostativi della rifunzionalizzazione del tratto ferroviario Terracina-Priverno Fossanova”.

L’assessore al Trasporto Pubblico Locale, Emanuela Zappone, aggiunge che “la scelta dell’Amministrazione rappresenta un segnale forte e concreto. Quando si è manifestata l’esigenza di integrare con imponenti fondi comunali la disponibilità economica delle risorse per la mitigazione del rischio, non abbiamo esitato perchè i benefici per la città sono evidenti. Per quanto riguarda la vicenda della riattivazione della linea ferroviaria, posso confermare che con RFI e FS sono proseguiti in tutti questi anni i contatti e i confronti che ci inducono ad un cauto ottimismo. La questione Terracina non è stata affatto accantonata e l’impegno per raggiungere l’obiettivo rimane massimo, oggi ancora di più, come testimoniato da questo atto di giunta. Anche sul fronte della riqualificazione dell’immobile della stazione ferroviaria, con RFI stiamo verificando tutte le soluzioni percorribili”.

Share this post