Le Maestre Pie Filippini incontrano il sindaco per ringraziare la città


“Signor Sindaco, sia orgoglioso, come lo siamo noi, per la risposta pronta e generosa dei suoi cittadini alla tragica situazione. È in questi momenti difficili, infatti, che si manifesta il vero senso di appartenenza alla comunità in cui si vive. Il danno si riparerà, ma la magnanimità e generosità della città ha creato un patrimonio ricco di valori, di speranza e di un futuro più luminoso. La solidarietà dimostrata rivela l’animo grande dei Terracinesi”. Questo è uno stralcio della bella lettera indirizzata nelle scorse settimane al sindaco di Terracina, Nicola Procaccini, con cui Suor Virginia Iamele, la Madre Superiora Provinciale dell’Ordine, ha voluto ringraziare la città per il sostegno morale e materiale manifestato verso l’Istituto delle Maestre Pie Filippini in occasione del devastante uragano del 29 ottobre che ha duramente colpito la storica istituzione scolastica terracinese.

Il senso di queste parole è stato ribadito oggi personalmente dalla stessa Suor Virginia e la Madre Generale Suor Ascenza in un cordiale incontro tenutosi presso la scuola con il sindaco Procaccini, l’assessore alle Finanze Danilo Zomparelli e l’ingegner Gianluca Zomparelli, in rappresentanza dei genitori degli alunni nonchè direttore dei lavori di ripristino della struttura. Il sindaco ha voluto esprimere alle suore la propria “grande stima e gratitudine per lo straordinario ruolo educativo e formativo dei giovanissimi che le Maestre Pie Filippini svolgono in città da tanti anni. Noi terracinesi avevamo il dovere morale di dare una mano. Questa scuola – ha sottolineato Procaccini – insiste nel Centro Storico Alto di Terracina e ha saputo assorbirne le umanità che lo caratterizzano, immedesimandosi nel contesto sociale, ponendosi come punto di riferimento per tutti gli abitanti e come presidio formativo di buona cittadinanza. Ho desiderato esprimere alle suore e al personale laico quotidianamente impegnato nell’istituto il mio grande apprezzamento per il loro operato. Ho anche voluto informarle che abbiamo proceduto all’assegnazione di sette alloggi popolari nella zona a testimonianza della volontà della nostra Amministrazione di incentivare la presenza di famiglie residenti in un’area fondamentale della nostra città che, paradossalmente, sta vivendo uno spopolamento dovuto alla sua riqualificazione e conseguente incremento di visitatori, fenomeno che sta inducendo i residenti a vendere le abitazioni ai turisti italiani e stranieri che si sono innamorati di Terracina Alta. Sono fiero della generosità dei terracinesi che hanno voluto aiutare le Maestre Pie Filippini a ricostruire le parti gravemente danneggiate della scuola, riconoscendo il valore della loro presenza e consentendo agli alunni di tornare sui banchi di scuola in tempi record”.

L’assessore Danilo Zomparelli ha ringraziato “per le tante donazioni arrivate sul conto corrente da chi ama Terracina anche da lontano, come accaduto con le città gemellate di Bad Homburg, Chur Coira, Bad Mondorf e Cabourg. Oltre che in qualità di amministratore, porto la mia testimonianza sull’importanza sociale di questo istituto anche in veste di presidente di un’associazione sportiva che fruisce dei locali della scuola per le proprie attività. La presenza delle Maestre Pie Filppini costituisce un valore aggiunto particolarmente prezioso per Terracina”.

Suor Virginia, nel rinnovare i ringraziamenti all’Amministrazione e all’intera città, ha voluto evidenziare come “l’espressione di solidarietà di cui Terracina è stata protagonista rappresenta il vero valore di questa esperienza che ha rafforzato la comunità. Teniamo a rivolgere un grazie particolare alle scuole “Don Milani”, “Montessori”, Suore Orsoline e “Filosi” per le manifestazioni di concreta solidarietà che hanno voluto dimostrarci. Il nostro istituto, oggi più che mai, vuole essere uno spazio aperto ai ragazzi, ai cittadini e alla città perchè qui dentro è realmente custodita una parte della straordinaria umanità di Terracina”.

Il vice sindaco Roberta Tintari, assessore all’Istruzione e vicina al mondo cattolico, ha voluto associarsi ai ringraziamenti facendo pervenire “la propria soddisfazione ed emozione per la positiva evoluzione di un’esperienza che ha pesantemente colpito la scuola dal punto di vista dei danni materiali, ma che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche. La ripartenza immediata delle lezioni in condizioni disagiate, ma più che decorose, e la ripresa a pieno regime dopo le festività natalizie con gli spazi distrutti tutti ripristinati, testimonia la grande solidarietà di una comunità che va anche oltre Terracina e la ferrea volontà delle suore Maestre Pie Filippini di proseguire la loro missione educativa dei ragazzi senza cedere davanti alle avversità, confermando una volta di più il loro attaccamento a questo territorio, percepito e apprezzato da tutta la città”.

Share this post