Le stelle della Fenice brillano ai campionati della Grecia salentina


Grande successo della Fenice alla quarta edizione della Grecia Salentina, campionato Internazionale di combattimento di Taekwondo olimpico disputato a Martano, in provincia di Lecce, il 6, 7 e 8 luglio. La competizione riservata alle categorie esordienti, cadetti, junior e senior è stata promossa dalla Fita-Wt (Federazione Italiana Taekwondo) con il supporto  del Team Chiriatti.

Nella tre giorni di incontri si sono affrontati sui tatami di Martano 1.180 atleti tesserati per 140 società provenienti da 7 nazioni. Il Direttore Tecnico della Fenice Simone Longarini, coadiuvato dal coach Leonardo Longarini, ha schierato 10 atleti: 7 negli esordienti e 3 nei cadetti B. Il bilancio finale vede la conquista di 3 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Nella prima giornata d’incontri riservata agli esordienti sono state conquistate 7 medaglie con altrettanti atleti. Hanno vinto l’oro Zappone Andrea e Senesi Diego. Medaglia d’argento per Piroli Davide, Sperlonga Raoul e Mazzocchi Tommaso. Bronzo per Fia Gianni e Tamangi Riccardo. Nella seconda giornata d’incontri riservata ai cadetti ha vinto l’oro Senesi Giulia e il bronzo Petrucci Matteo. 

Buona la performance di Cormons Edison Andres che ha ceduto il passo ai quarti di finale. Grazie a questi risultati, la Fenice si è collocata al 15esimo posto nella classifica generale per società.  A rendere speciale questa edizione, oltre  i risultati dei ragazzi,  è stata l’assegnazione all’A.S.D. Taekwondo Fenice del Premio per la “miglior foto di un momento-simbolo espressione di spirito di squadra e del vero senso dello sport”. E  i sorrisi che arrivano per i primi podi internazionali della sede distaccata della Fenice presso il centro sportivo Alpha Wonder Trainer di D’Alessio Ester di Borgo Vodice, con la medaglia d’argento di Mazzocchi Tommaso e il bronzo di Fia Gianni. 

“Non potevo immaginare una conclusione migliore della stagione agonistica. Il Premio  assegnato alla Fenice ci ha onorato e reso orgogliosi.  I valori che hanno ispirato il Premio, sono quelli che la Fenice si sforza di trasmettere ai giovani con la pratica sportiva. Quanto ai risultati conseguiti, 9 medaglie su 10 atleti presentati, sono un bottino notevole per il livello competitivo dell’internazionale e i 50  incontri complessivi sostenuti e vinti per raggiungere il podio. Vincere a questi livelli e’ sempre piacevole e vale la fatica della preparazione. I ragazzi si sono espressi bene e hanno combattuto con la consapevolezza di potersela giocare con chiunque. Sono stati determinati e non hanno mai ceduto un solo punto. Certo, ci sono tante cose da sistemare per padroneggiare al meglio gli schemi. Ma ritengo che lavorando intensamente hanno ampi margini di crescita. Longarini ha concluso con un sentito ringraziamento alla Dirigente Scolastica Maria Laura Cecere, al Vicario Erasmo Spinosa, alla Prof. Giovanna Bellina e a tutto il personale docente e non docente dell’Istituto Comprensivo “Alfredo Fiorini” di Borgo Hermada nella cui palestra si svolge l’ attività sportiva della Fenice”.

Share this post