Lega Terracina: «Subito un sostegno a famiglie e imprese»


Subito un sostegno a famiglie e imprese. Lo chiede il gruppo consiliare della Lega-Salvini premier Terracina. «A seguito della situazione di emergenza venutasi a creare per la diffusione del Coronavirus abbiamo dato la nostra disponibilità a collaborare con l’amministrazione alla gestione del problema. L’amministrazione non ci ha coinvolto e altresì non ha avviato nessun contatto neanche per condividere in maniera trasparente le informazioni  e le misure adottate dopo l’istituzione del COC. Certo non possiamo considerare corretta informazione della cittadinanza il video giornaliero della sindaca. Se il virus, fortunatamente e speriamo continui così, non ci ha ancora contagiato in maniera diffusa dal punto di vista sanitario (a meno degli isolati casi registrati), possiamo essere certi che presto ci contagierà dal punto di vista economico, forse già a partire dalle prossime settimane.

Dal governo centrale con il Decreto “Cura Italia” si sono adottate delle misure tiepide e inefficaci che speriamo vengano modificate e migliorate dal parlamento nella fase di conversione in legge. L’amministrazione non ha adottato nessuna misura (non possiamo considerare la sospensione della tassa di soggiorno una misura) e non sembrano intenzionati a fare altro, trincerati come sono nel loro assoluto silenzio. La Lega-Salvini Premier di Terracina tramite il suo gruppo consiliare propone l’adozione di poche e semplici misure che possano SUBITO iniziare a dare un po’ di ossigeno a famiglie e imprese in difficoltà in attesa che arrivino nuove misure dagli enti sovracomunali:

  • Sospensione e riduzione COSAP
  • Sospensione e riduzione TARI
  • Sospensione rette ASILI NIDO E MENSA
  • Sospensione e riduzione TRIBUTI RISCOSSI DA ICA (Es. imposta Pubblicità)
  • Istituzione di un fondo BONUS AFFITTO COMUNALE da destinare alle famiglie colpite dalla crisieconomica

Restiamo a disposizione dell’ammistrazione qualora volesse finalmente avviare un confronto serio sul tema e quindi individuare nel bilancio comunale le coperture finanziarie adeguate (la parte non vincolata delle sanzioni stradali alla sicurezza stradale dovrebbe essere a nostro avviso parte della soluzione al problema). Si dovranno altresì reperire ulteriori fondi per mettere del “carburante” nel motore delle nostre imprese cittadine, per questo mettiamo a disposizione subito il nostro sportello Lega per l’accesso al credito che stanno utilizzando già molti imprenditori».

Share this post