Leoni funerari, storia di un patrimonio storico indifeso


Una storia vecchia e mai risolta, un patrimonio storico e artistico da difendere e invece esposto a sporcizia, degrado e perfino ai colpi delle automobili. È la storia dei due leoni funerari, sculture di epoca romana posizionate in via Salita Annunziata, all’ingresso del centro storico alto. Basterebbe una struttura in grado di proteggere i leoni funerari dagli urti. E sì, perché uno dei due è collocato proprio su un tornante, a ridosso di un parcheggio. Il piedistallo su cui poggia, come dimostrano le immagini postate su Facebook, potrebbe cedere.

Il piedistallo del leone funerario

E più volte, anche in tempi passati, si è discusso sull’opportunità di difendere e tutelare quei beni artistici. E invece nulla. A oggi non si è fatto niente e, come viene denunciato spesso anche sui social network, il pericolo è che i danni che potrebbero subire i leoni funerari sarebbero irreversibili.

Share this post