Lettera ad Acqualatina: «Sospendere le bollette alle famiglie in difficoltà»


Il consigliere comunale di Latina Giorgio Ialongo a il consigliere regionale del Lazio Antonello Aurigemma (FdI), hanno scritto ai vertici di Acqualatina per chiedere la sospensione delle bollette idriche per la famiglie meno abbienti: “Oggi è necessario dare un segnale anche da parte del gestore del servizio idrico. Ora più che mai, l’acqua ha un valore fondamentale per combattere il virus. Con questa premessa chiediamo di prendere in considerazione di sospendere il pagamento delle bollette idriche alle fasce meno abbienti. L’acqua è un bene primario e riteniamo che in questo momento le fasce di popolazione più svantaggiate vadano tutelate visto il pressocchè totale blocco delle attività lavorative. La mancanza di entrate certe, per la maggior parte legate a sussidi statali che tardano ad arrivare, ci spinge a farvi considerare un approccio più solidale in tempi di assoluta emergenza.

L’acqua – scrivono Aurigemma e Ialongo –  è un alleato importante in questo momento per garantire la salute: ci appelliamo al  senso di responsabilità sino ad oggi dimostrato dall’azienda da lei guidata, per andare incontro alle famiglie che annoverano tra i propri membri molti anziani, bambini piccoli, uomini e donne che nell’arco di pochi giorni hanno perso il lavoro”.

Share this post