Lido di Latina: La Podistica Terracina da spettacolo


podistica terracina. anxur time

La “Podistica Terracina” incanta anche al Lido di Latina. In otto gli atleti della società tirrenica che hanno dato battaglia, lungo i trenta chilometri della terza edizione del “Trofeo Mare-Lago delle Terre Pontine”, mettendosi in bella evidenza nelle vari categorie di riferimento.

Piazza d’onore per Fabrizio Di Maio: podista di indiscussa saggezza e specialista delle grandi distanze. Il guru della squadra, sebbene reduce da un lungo periodo di inattività, ha corso alla sua maniera – con quella regolarità di passo che è diventata, nel tempo, la sua cifra distintiva – mettendo in fila, uno dietro l’altro, tutti i suoi avversari e cedendo, ma con onore, solo al fortissimo vincitore di categoria.

Tonino Panno e Roberto Del Bono

Appena fuori dal podio Tonino Panno ed Emilio De Fabritiis: due atleti di grande spessore a cui il quarto posto sta decisamente stretto, vista la varietà di più nobili metalli del loro medagliere.
Nella top ten, naturalmente, anche Roberto Del Bono, sempre in spinta nonostante la distanza non rientri tra le sue preferite. Occhi puntati su questo tostissimo atleta, perché la prossima volta sarà ancora guerra e lui non farà prigionieri!
Prova molto convincente per Paolo Sessa e Cornelio Pina: autentici esempi di combattività e risolutezza.
Una bella pagina di sport, poi, è stata scritta da Valentino Masci. Al debutto su questa lunghissima distanza, il terracinese si è speso al massimo, raschiando il fondo del barile per trovare la forza di giungere, sofferente e sfinito, alla soglia del 30° chilometro. Lì, a pochi metri dall’arrivo, la sorpresa: il figlio, che da oltre due ore lo stava aspettando impaziente, lo ha affiancato di corsa e, dopo avergli preso la mano, gli ha trasfuso tutta la forza dei suoi nove anni, tagliando insieme a lui il traguardo (foto grande) e regalando ai presenti un’emozione forte e davvero inaspettata.
Complimenti, infine, anche a e Silviano Valenti (alias “Ganciaro”) che ha saputo fare della sua prova un’esperienza di spartana abnegazione.
Sempre a Sabaudia, nella gara disputata in contemporanea, sulla distanza comunque ragguardevole dei 15 chilometri, un Pasquale Balzano in grande forma ha chiuso la partita con un crono di tutto rispetto.
Continua, intanto, il difficile lavoro del presidente Egidio Pagliaroli, impegnato sul duplice fronte tecnico-organizzativo in vista della grande festa dell’atletica – la 1^ edizione del trofeo “Corri a Terracina” – prevista per il prossimo 12 novembre.

Share this post