Lite e fiamme nel «tugurio», la Lega attacca il sindaco: «Ha l’obbligo di intervenire»


I gravi fatti di cronaca delle ultime ore, con un cittadino straniero rimasto ustionato a seguito di una lite in un casolare nella periferia di Terracina, portano in primo piano la questione sicurezza a Terracina. È il gruppo della Lega-Salvini premier di Terracina a ribadire la necessità di intervenire quanto prima in questo settore. Anche perché i fatti si sono svolti in un «tugurio» ben noto e per il quale più volte si era chiesta una soluzione. «La storia infinita del tugurio – scrive la Lega -. Tutti sanno dell’esistenza dello stabile e dei suoi occupatori abusivi. Il sindaco riveste anche la qualifica di “ufficiale di governo” nonché di autorità sanitaria locale. In quanto tale egli ha l’obbligo di intervenire. Non si è mai verificato un intervento deciso da parte dell’amministrazione in merito alla sicurezza. Possibile che deve sempre scapparci il morto per intervenire?». Una critica pesante, quella della Lega, che quindi chiede al sindaco di operare immediatamente uno sgombero e una bonifica dell’area. Perché fino a oggi non si è fatto abbastanza? Cosa lo impedisce?

Share this post