Luglio di fuoco per l’ASD Podistica Terracina


Temperatura al calor bianco per la Podistica Terracina. È proprio un mese rovente, questo luglio 2018, tanto nel clima quanto nelle prestazioni degli atleti della storica società tirrenica: da sempre insensibili al caldo e alla fatica.
Gradino più alto del podio per Tonino Panno che, in questa seconda domenica di luglio, ha trionfato nella propria categoria, rifilando quasi due minuti al primo dei suoi inseguitori. Il tutto, peraltro, con un crono di grande rilievo che lo candida ad un ruolo da protagonista anche tra gli assoluti. Gli avversari sono avvisati!
Successo netto anche per Agostino Maragoni che, tra i veterani, ha tagliato per primo la linea dell’arrivo, a cui ha fatto da cornice l’indiscussa bellezza del centro storico di Roccagorga. Per lui, specialista delle gare in salita, l’ennesima prova di grinta e buonsenso.

Federica Francioni e Tonino Ascenzi. Anxur time

Federica Francioni e Tonino Ascenzi

Grandi soddisfazioni, sempre a Roccagorga, anche per Emilio De Fabritiis (5°), Aldo Giora (6°), Denis D’Ammizio (8°) e Paolo Sessa (9°). Sui quattro terracinesi, giunti tutti a ridosso della zona podio, si concentrano ora le attenzioni degli addetti ai lavori e i prossimi impegni di stagione rappresentano una sfida a cui difficilmente potranno sottrarsi.
Degne di rilievo anche le performance di Adriano de Rita, Daniele Antonelli e Piero Mangoni: per nulla scoraggiati da temibile salita, hanno spinto per tutta la durata della gara, inseguendo un risultato che non mancherà di favorirli la prossima volta.

In campo femminile, posti in prima fila per Federica Francioni al “Giro a tappe dell’Isola di Ponza”: una cinque giorni podistica che ha messo a dura prova la resistenza di un manipolo di coraggiosi. Tra questi, ovviamente, non poteva mancare Tonino Ascenzi, su cui è ricaduta la responsabilità di difendere i colori della squadra in questa terra bellissima.

“A questo punto della stagione – ragiona il presidente – non ci si può più accontentare: occorre alzare il tiro e prepararsi ai prossimi impegni con la massima cura. Sono volontà e determinazione le matrici che dettano il ritmo dei nostri ragazzi e questo farà la differenza!”.

Share this post