Maggio di successi per la Podistica Terracina


podistica terracina. anxurtime

È iniziato alla grande il mese di maggio per la Podistica Terracina. Il primo sole non ha nuociuto agli atleti della storica società tirrenica: insensibili tanto al caldo quanto alla fatica. Tre sono state le trasferte che hanno visto i terracinesi protagonisti lungo gli splendidi itinerari di Priverno, Sermoneta e San Felice Circeo.
Hanno sfidato le dune di sabbia finissima del 7° Trail in miniera, corso a Priverno il primo maggio, Denis D’Ammizio ed Emilio De Fabritiis – fra gli uomini di punta della squadra e rientrati entrambi nella top ten di categoria – e Piero Mangoni, sempre in prima fila quando si tratta di sfidare le leggi della resistenza.
Ben più nutrita, la domenica successiva, la selezione schierata dal presidente Pagliaroli nella 17^ edizione del “Trofeo Città di Sezze”.

Spiccano, su tutti, le splendide piazze d’onore di categoria colte da Roberto Del Bono e Tonino Panno: un binomio di amicizia, costanza e sacrifico, che ha già dimostrato la natura vincente della sua alchimia.
Sempre nel solco dell’eccellenza la prestazione di Agostino Maragoni, sul gradino più basso del podio grazie alla solita prova di tenacia.
Posti in prima fila anche per Emilio de Fabritiis (7°), Bruno Droghei (8°) e Denis D’Ammizio (10°), ogni volta pronti a misurarsi con i migliori.

asd podistica terracina. campionati italiani asi formia gaeta. anxur time

Ancora a Priverno, hanno dato buona prova di sé Valentino Masci, Paolo Sessa, Adriano De Rita, Davide Di Vito e Aldo Giora. Per loro, a dispetto dell’accidentato percorso minerario, anche la soddisfazione di riscontri cronometrici di grande rilievo.
Un infortunio muscolare ha purtroppo negato a Cornelio Pisa di correre ai suoi soliti livelli, anche se non gli ha impedito di chiudere la gara a testa alta e con buona pace del dolore, che nulla ha potuto contro una volontà davvero ferrea.

Anche nella “Circeo Run”, corsa domenica 13 all’ombra dell’omonimo promontorio, la musica non è cambiata e a suonarla, ancora una volta, ci hanno pensato Tonino Panno ed Emilio De Fabritiis, entrambi secondi dopo avere dato vita al solito grande spettacolo. A incorniciare le loro prestazioni – che ancora sorprendono nonostante la costanza di rendimento – il quarto posto di Aldo Giora, il sesto di Roberto Del Bono ed il settimo di Agostino Maragoni, che hanno fatto bella mostra del loro carattere combattivo e di una forma strepitosa.
In grande spolvero anche Umberto Baroni, Daniele Antonelli e Tonino Ascenzi, protagonisti di prestazioni pulite e senza sbavature.
Le attenzioni del presidente Egidio Pagliaroli – su cui ormai da un ventennio ricade la responsabilità di guidare questa squadra di campioni – sono ora per le prossime uscite e la sfida si fa sempre più entusiasmante.

Share this post