Maltempo e mareggiate, la conta dei danni sul litorale


Si contano i danni dopo la violentissima ondata di maltempo che ha travolto il litorale pontino nella giornata di giovedì e venerdì. Le mareggiate, la pioggia e le raffiche di vento hanno provocato danni incalcolabili alle strutture balneari, peraltro già in difficoltà per i ritardi di allestimento dovuti all’emergenza coronavirus. Intere file di ombrelloni sono state spazzate via, anche i chioschi si sono ritrovati sotto centimetri di acqua e gli operatori stanno lavorando senza sosta per tornare immediatamente alla normalità. Ma le difficoltà sono molte: non bastavano distanziamento sociale, misure di vario tipo, norme su norme. Anche il maltempo ha fatto la sua parte.

Intanto anche il sindaco Roberta Tintari ha voluto eseguire un sopralluogo sul litorale. «Insieme all’assessore Gianni Percoco – ha scritto su Facebook – abbiamo voluto portare la solidarietà dell’Amministrazione Comunale ai gestori degli stabilimenti balneari di Terracina, colpiti oggi da una rovinosa burrasca che ha spazzato via attrezzature e spiaggia, aggiungendo ulteriori difficoltà a quelle già determinate dall’emergenza sanitaria. Abbiamo trovato donne e uomini stanchi, ma determinati a ripartire ancora una volta con grande forza di volontà e coraggio».

Foto presa dal web

Share this post