Maltempo, il Pd: «Mettiamo da parte le divisioni e sentiamoci comunità»


Il Pd vuole contribuire concretamente a far risollevare la città di Terracina dal disastro conseguente all’evento calamitoso che si è abbattuto sulla città. Lo rende noto il circolo del Partito democratico attraverso il segretario cittadino Daniele Cervelloni e quello provinciale Claudio Moscardelli.

Daniele Cervelloni

«La presenza costante del Presidente della Provincia, Carlo Medici, dell’Assessore regionale all’agricoltura e all’ambiente, Enrica Onorati, e la visita a Terracina del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, hanno testimoniato l’immediato impegno del nostro partito per Terracina.  Il Presidente Zingaretti ha deliberato immediatamente lo stato di calamità naturale e ha richiesto al Governo la dichiarazione dello stato di emergenza. Subito sono state allertate le Aree Decentrate Agricoltura per l’attivazione delle procedure di valutazione di danni a produzioni agricole e a strutture aziendali. Ora, ci aspettiamo che il Governo nazionale provveda a stanziare le risorse necessarie».

Claudio Moscardelli

Secondo il partito, quindi, occorre mettere da parte divisioni e idee diverse per sentirsi, invece, cittadini. Uniti dall’obiettivo di rimettere in piedi il prima possibile una comunità sconvolta da quanto accaduto. «Siamo convinti che insieme ce la possiamo fare. Attivarsi per la città con spirito unitario e di collaborazione deve essere la strada da seguire per aiutare la nostra città ad uscire da un momento così difficile e particolare. Per questo motivo, chiediamo al Presidente della Provincia, Carlo Medici, un intervento della Provincia come contributo alla rinascita di Viale della Vittoria. La Provincia può fare un gesto di generosità alla città mettendo a disposizione le risorse per la nuova piantumazione del Viale della Vittoria. Un contributo che si andrebbe a sommare all’iniziativa messa in campo dall’Amministrazione Comunale per un improprio concorso di idee. Allo stesso tempo, chiediamo al Presidente della Provincia un’attenzione particolare anche per le scuole medie superiori di competenza dell’Amministrazione Provinciale. Ripartire dalla scuola è uno dei modi migliori per tornare a parlare di futuro per la nostra comunità».

Altre richieste sono invece rivolte alla Regione. «Alla Regione – concludono Cervelloni e Moscardelli – chiediamo, oltre a ciò che sta facendo con tempestività, un gesto simbolico ma importante. Il vecchio ospedale è stato duramente colpito e si rischia il crollo della struttura. È di proprietà della ASL. Per questo motivo, chiediamo un intervento straordinario della Regione Lazio, attraverso uno stanziamento apposito per tutelare un bene non solo di grande importanza storica ma anche di grande importanza simbolica per l’intera comunità terracinese».

Share this post