Tromba d’aria nelle campagne, è stato di calamità naturale. Via alle pratiche per i risarcimenti


maltempo foce sisto. anxur time

Il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha riconosciuto lo stato di calamità naturale in riferimento alla tromba d’aria dello scorso novembre. Gli agricoltori che hanno subito danni possono finalmente chiedere un risarcimento. Il decreto è del 2 marzo. Era lo scorso 5 novembre quando una violenta tromba d’aria ha colpito la periferia nord di Terracina, provocando danni gravissimi nelle campagne.

In virtù di questo provvedimento, l’amministrazione comunale di Terracina, nelle persone del sindaco Procaccini, degli assessori Percoco e Marcuzzi, insieme al consigliere delegato Annamaria Speranza e ai tecnici degli Uffici Regionali dell’Agricoltura, tra cui il dottor Claudio Vitti, dalle ore 17,30 di lunedì 9 aprile, presso la tensostruttura del centro anziani di Borgo Hermada in piazza IV Novembre, incontrerà gli agricoltori per l’espletamento delle procedure per la richiesta rimborso danni causati dal maltempo.

Si tratta di un passaggio importantissimo per accedere a quei fondi che consentiranno alle aziende colpite di recuperare, almeno in termini economici, quanto le intemperie sottrassero loro lo scorso autunno. «Siamo felici – afferma il sindaco Procaccini – che ci si stia avviando a rifondare gli agricoltori della nostra comunità i cui sacrifici furono spazzati via dalla furia di quel tornado. Uffici e assessori hanno lavorato con determinazione e rapidità per ottenere questo risultato in tempi brevi, senza dimenticare la concreta solidarietà dell’associazione cittadina dei Geometri e di tante altre realtà».

Share this post