Maratona di Roma e Corri Sperlonga. E’ una grande ASD Podistica Terracina


La Podistica alla Corri Sperlonga. Anxur Tiime

È stata più che convincente la prova della “Podistica Terracina”  alla 24^ edizione della “Maratona di Roma”. Nove gli atleti che hanno raccolto la sfida, accettando di misurarsi con una gara davvero straordinaria, non solo per la distanza, oltre 42 chilometri, ma anche per i numeri di prima grandezza che, ormai da anni, la collocano tra i più importanti e prestigiosi appuntamenti del panorama podistico internazionale.

Un tris di amici – composto da Marco Masci, Tommaso Ramacci e Giulio Colandrea – ha fatto da apripista alla spedizione terracinese, dimostrando un’intelligente e rigorosa capacità gestionale e chiudendo la competizione poco sopra le tre ore e venti: interessante base di partenza per i prossimi appuntamenti stagionali.

Fernando Fiore, Emilio De Fabritiis, Raffaele Acanfora e Paolo Sessa hanno dato dimostrazione, ancora una volta, di un senso tattico e di un carattere combattivo degni di centurioni e gladiatori, tanto per rimanere nel tema storico della gara.

Hanno iscritto il loro nome nel prestigioso ordine dei finisher anche Mauro Spinelli e Silviano Valenti. Entrambi hanno portato magistralmente a compimento la loro prima maratona, quella che – proprio per il grande carico emotivo che porta in dote – non potranno mai più dimenticare.

La Podistica alla Maratona di Roma. Anxur Time

La Podistica alla Maratona di Roma. Nella foto in alto i podisti terracinesi alla Cori Sperlonga

La “Podistica Terracina” in bella evidenza anche all’8^ edizione della “Corri Sperlonga”, dove l’inarrestabile Tonino Panno ha mancato per un soffio la prima posizione di categoria, aggiudicandosi comunque una piazza d’onore che sa di vittoria.

Di un gradino più basso il podio guadagnato da Giustino Altobelli, il cui stato di forma, nonostante la stagione sia ancora all’inizio, è già prossimo ai massimi valori.

Ai vertici delle rispettive categorie anche Nataly Castrovilli (5^) e Roberto del Bono (7°), due atleti d’eccezione da sempre abituati a centrare gli obiettivi prefissati.

Incoraggianti risultati sono poi giunti da Marco Giorgi, Adriano De Rita e Valentino Masci – che hanno ben dosato forza, controllo e maturità – e da Cinzia Bressan, sempre nella mischia quando c’è da lottare per un posto in prima fila.

“Questi ragazzi – ci tiene a sottolineare il Presidente Egidio Pagliaroli – danno grande importanza ai principi sportivi, prima ancora che alle ambizioni agonistiche. È forse questo il loro segreto: rispettare l’ordine naturale di un cammino che, muovendo dai migliori valori, quali l’umiltà, il sacrificio e la coerenza, conduce sempre alla vetta, fosse anche solo quella dei propri limiti!”.

 

Share this post