Matteo, è qui la festa


alessio sartori e matteo lodo. anxur time

La semplicità di un piccolo grande campione attraverso gli occhi della sua gente. Si può essere pluridecorati, sfidare il Mondo a colpi di remi in acqua, vincere titoli su titoli, conquistare una medaglia alle Olimpiadi, ma restare sempre umili, proprio come i suoi tifosi.

matteo lodo, l'abbracio della gente. anxur time

Chi era presente questa mattina presso la sede dell’Associazione La Marna su Via Lungo Sisto, ha potuto constatare tutto questo.

Tutti gli abitanti di questa strada, e non solo, si sono radunati per tributare un’ accoglienza da campione a Matteo Lodo, il 21enne canottiere delle Fiamme Gialle reduce dalla conquista della medaglia di bronzo nel 4 senza alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Ed è stata festa grande.

mATTELO lODO E LA SUA FAMIGLIA. ANXUR TIME

La famiglia di Matteo

Ad accoglierlo, dopo oltre 13 ore di aereo dal Brasile, parenti, amici, le giovani promesse delle Fiamme Gialle (presenti l’allenatore del settore giovanile Rocco Pecoraro e i Marescialli Crispi e Liguori) e tante altre persone che hanno voluto vedere da vicino il campione che ha conquistato la quinta medaglia terracinese ad una Olimpiade.

nicola procaccini e matteo lodo. anxur time

Nicola Procaccini e Matteo Lodo

lo striscione dedicato a Matteo Lodo.anxur time

Il programma prevedeva una brevissima tappa a casa sua (un centinaio di metri di distanza dal luogo dell’accoglienza) e poi l’arrivo al plesso dell’Associazione La Marna.

Incece, era talmente tanta la voglia di ricevere l’abbraccio della sua gente, che Matteo è filato dritto, accolto da applausi, abbracci e qualche lacrima.

Emozioni indescrivibili che oguno dei presenti ha vissuto. Lui, Matteo, nonostante il lungo viaggio, non ha fatto un piega, salutanto tutti ad uno ad uno e facendosi immortalare con la medaglia di bronzo al collo.

matteo lodo festeggiato dalla fidanzata Roberta. anxur time

Matteo Lodo festeggiato dalla fidanzata Roberta

Particolarmente commovente l’abbraccio con Alessio Sartori (foto grande), suo cugino, uno che di questi momenti ne sa qualcosa. L’oro a Sidney 2000 (tanto per citare qualche trionfo), gli ha sussurrato qualcosa nell’orecchio. “Te l’avevo detto…”.

Matteo ha ricevuto una targa dal Sindaco Nicola Procaccini e prima del brindisi ha voluto ringraziare le persone che lo hanno sostenuto. Sono ore frenetiche per lui dal momento che fra poche ore riprenderà l’aereo, direzione Rotterdam, dove sono in programma i Mondiali Under 23.

Brindisi con Matteo Lodo. anxur time

Al suo ritorno dall’Olanda sarà ricevuto nell’Aula Consigliare dal Presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione. Il Presidente della Team Bike Terracina ha già annunciato una serata speciale dedicata al loro campione Matteo Lodo.

Youtube video:

Share this post