Matteo Lodo, medaglia di bronzo terracinese alle Olimpiadi


Matteo lodo sul podio. terzo alle olimpiadi di rio de janeiro. anxur time

Grande Matteo!!! L’italremo chiude le Olimpiadi di Rio de Janeiro con una medaglia di bronzo, quella messa al collo anche al 21enne terracinese delle Fiamme Gialle, Matteo Lodo, giunto terzo con il 4 senza al termine di una finale mozzafiato dove, come era prevedibile, Gran Bretagna e Australia hanno fatto il vuoto, e l’imbarcazione azzurra Campione del Mondo in carica, ha rimontato e superato nelle battute finali il Sud Africa che fin dall’inizio era balzata davanti all’Italia.

franca, irene e Gianfranco Lodo. anxur time

Franca, Irene e Gianfranco Lodo

Matteo (il terzo da sinistra nella foto grande) conquista il bronzo con Domenico Montrone, Matteo Castaldo e Giuseppe Vicino. Il quartetto aveva il compito di confermare l’Italia ai vertici mondiali dopo il titolo iridato conquistato lo scorso anno ad Aiguebelette.

La finale sul Lagoa Rodrigo de Freitas si è svolta come detto  secondo i pronostici con i favoritissimi britannici a condurre sin dalle prime palate incalzati dall’Australia, che già nei turni preliminari era apparsa come la più accreditata avversaria dei Sudditi di Sua Maestà.

La barca azzurra, dopo una buona partenza, si è insediata in quarta posizione, cercando di produrre velocità sul passo senza scomporsi, preoccupandosi di non perdere mai il contatto con le posizioni valide per le medaglie.

La regata si è quindi sviluppata con intensità ma in modo costante con le prime quattro posizioni rimaste cristallizzate sino all’ultima frazione di gara, quando i quattro moschettieri azzurri hanno piazzato un serrate finale mozzafiato (miglior tempo assoluto negli ultimi 500 metri con 2″19 di vantaggio sui “mostri” britannici) che ha letteralmente lasciato sul posto gli esterrefatti sudafricani garantendo ai colori azzurri una seconda splendida medaglia di bronzo.

Per la città di Terracina è la quinta medaglia nella storia delle Olimpiadi e tutte nel canottaggio. Tre con Alessio Sartori, cugino di Matteo, (oro a Sideny 2000, bronzo ad Atene 2004 e argento a Londra 2012), una con Simone Venier, argento a Pechino e adesso con Matteo Lodo.

4 senza matteo lodo. ANXUR TIME

Matteo Lodo è il secondo nell’imbarcazione

A casa sua, in Via Lungo Sisto, è stata festa grande e papà Gianfranco vicino al tricolore ha issato anche la bandiera olimpica, per la gioia di mamma Franca, della sorella Irene, altra campionessa del canottaggio e della fidanzata Roberta. E ora non resta che inziare il conto alla rovescia per abbracciarlo. Il ritorno a casa di Matteo è previsto per domenica.

 

Questo l’ordine d’arrivo
1. Gran Bretagna (Alex Gregory, Mohamed Sbihi, George Nash, Constantine Louloudis) 5.58.61, 2. Australia (Joshua Booth, William Lockwood, Joshua Dunkley-Smith, Alexander Hill) 6.00.44, 3. Italia (Domenico Montrone, Matteo Castaldo, Matteo Lodo, Giuseppe Vicino) 6.03.85, 4. Sud Africa (Jonathan Smith, Jake Green, Vincent Breet, David Hunt) 6.05.80, 5. Olanda (Vincent Van der Wat, Harold Langen, Peter Van Schie, Govert Viergever) 6.08.38, 6. Canada (William Crothers, Kai Langerfeld, Conlin Mccabe, Tim Chrijver) 6.15.93

Share this post