Mensa scolastica più cara, Berti (Pd): «Non ci aspettavamo questo»


Si è tornato a discutere dell’aumento dei costi della mensa scolastica a Terracina. L’occasione, dopo le polemiche sollevate nelle scorse settimane, è stata il Consiglio comunale di ieri, martedì, quando si è discussa l’interrogazione presentata dalle consigliere Valentina Berti del Pd e Ilaria Marangoni di Forza Italia.

La consigliera del Pd Valentina Berti

«Nonostante fosse molto evidente che i tempi e le modalità di questi aumenti fossero inadeguati alle reali esigenze economiche delle famiglie terracinesi – fa sapere Berti – l’amministrazione non si è dimostrata collaborativa e in sostanza non ha dato nessun segno tangibile di andare incontro o di accogliere la richiesta delle famiglie di lasciare fino alla fine dell’anno invariato il costo dei pasti della mensa in attesa di avere una situazione più chiara sulle reali condizioni economiche delle stesse che avevano fatto richiesta del servizio. Pertanto dal 1 gennaio 2019 il pasto dei piccoli studenti costerà mediamente il doppio e soprattutto senza aver avuto la possibilità di essere adeguatamente informati e quindi di poter scegliere se sostenere o no questo ulteriore costo. Questo – prosegue l’esponente di minoranza – non è decisamente quello che ci si aspetta da un’amministrazione che a mezzo stampa dichiara di svolgere una politica a completo sostegno delle famiglie terracinesi. Il sostegno, quello vero, si dimostra con atti pratici gli unici che contano e che dimostrano quel senso di responsabilità che un buon amministratore dovrebbe avere. Continuiamo a sperare nonostante tutto in un ripensamento.. Sarebbe un segno tangibile per restituire parte di quella “collaborazione” che in questi giorni è stata offerta da tutta la popolazione per riportare la nostra città alla normalità dopo gli eventi disastrosi del 29-10-2018».

Share this post